Coronavirus: in arrivo il Decreto salva economia

11 Marzo 2020
Coronavirus: in arrivo il Decreto salva economia

Tra le misure economiche di sostegno previste dal Governo ci saranno la Cig, il voucher baby sitter, lo stop alle rate dei mutui e della rottamazione ter.

Pronte le misure economiche di sostegno predisposte dal Governo nel nuovo Decreto salva economia: dovrebbero essere varate oggi stesso, secondo quanto apprende l’agenzia stampa Adnkronos, ma potrebbero slittare anche a domani.

Ecco un’anticipazione dei contenuti del provvedimento: innanzitutto le risorse complessive stanziate in favore di famiglie e imprese per contrastare gli effetti economici del Coronavirus crescono a 12 miliardi di euro rispetto ai 7,5 previsti la settimana scorsa. Lo ha annunciato il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri.

Si tratta di un valore molto superiore a quello che era stato stimato nella fase iniziale ed è possibile un ulteriore incremento, considerato che il premier Conte chiederà all’Unione Europea lo scostamento dai parametri di bilancio per 20 miliardi; oggi il Parlamento dovrà approvare la relazione autorizzativa.

“Tecnicamente è un’autorizzazione del Parlamento a stanziare fino a 20 miliardi in termini di indebitamento e fino a 25 miliardi in termini di stanziamento – spiega Gualtieri. Il livello di deficit dipende da quanto effettivamente sarà impiegato. La prima misura
impiegherà la metà di queste risorse, l’utilizzo dell’altra metà dipenderà anche da eventuali risorse europee. E ancora presto dire il
livello di deficit che verrà raggiunto”. Vediamo in cosa consistono gli interventi in arrivo.

Stop rate mutui

Ci sarà  la moratoria di 18 mesi sui pagamenti delle rate del mutuo per l’acquisto della prima casa, per chi perde il lavoro o è impossibilitato a lavorare a causa del coronavirus. Sono attesi però dei paletti legati al reddito familiare; non si conosce ancora il valore della soglia Isee oltre la quale non si potrà beneficiare della sospensione delle rate.

È probabile anche una sospensione del mutuo ai lavoratori posti in cassa integrazione, che sarà realizzata con un intervento di semplificazione della “legge Gasparrini”, un fondo istituito per aiutare le famiglie in difficoltà per la perdita del lavoro o per la non autosufficienza di un componente del nucleo familiare.

Baby sitter e badanti

Per venire incontro alle esigenze delle famiglie che devono provvedere ai figli rimasti a casa per le scuole chiuse, si prevede una serie di aiuti: per la cura dei bambini di età inferiore a 12 anni sarà erogato un voucher baby sitter del valore di 600 euro, che potrà essere utilizzato anche per le badanti.

In alternativa si potrà usufruire di un congedo parentale straordinario di 15 giorni, con indennità ad almeno il 30% della retribuzione (o da stabilire in base al reddito), del quale potranno beneficiare anche i papà.

Imprese

Per le aziende colpite dagli effetti economici del Coronavirus il Governo ha già annunciato una moratoria sui mutui, che saranno coperti da una garanza pubblica.

Tra le misure attese c’è un’ampia serie di interventi per il sostegno delle imprese che operano nei settori dei trasporti, logistica, cultura e traffico aereo. Dovrebbe essere introdotto il credito d’imposta per le aziende che hanno perso almeno il 25% del fatturato.

In arrivo anche un potenziamento del Fondo centrale di garanzia per le piccole e medie imprese ed un rafforzamento di Confidi, il fondo di sostegno per le aziende sul territorio.

Cassa integrazione 

Il decreto legge conterrà, secondo gli annunci forniti dal ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, un pacchetto di ammortizzatori sociali, tra cui l’estensione e e il potenziamento della cassa d’integrazione in deroga per i settori esclusi da quella ordinaria, che così diventerà possibile anche per le microimprese, quelle che hanno un numero di dipendenti compreso tra 1 e 5.

Per le aziende che hanno da 5 a 15 dipendenti occupati si prevede, invece, un potenziamento del fondo per l’integrazione salariale.

Lavoratori autonomi

Per professionisti e partite Iva che operano come lavoratori autonomi il Governo ha preannunciato una moratoria fiscale e contributiva, senza anticipare i dettagli che saranno contenuti nel provvedimento.

Tasse

Sul versante fiscale, non è esclusa la sospensione delle rate della rottamazione-ter e del cosiddetto ‘saldo e stralcio‘ per chi è in difficoltà economica a causa del Coronavirus.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube