Diritto e Fisco | Articoli

Cosa rischio se non pago Mediaset premium?

12 Maggio 2020 | Autore:
Cosa rischio se non pago Mediaset premium?

Come difendersi dai debiti con Mediaset premium? Come contestare la messa in mora? Quando conviene opporsi al decreto ingiuntivo?

Nonostante l’offerta delle televisioni in chiaro, soprattutto dopo l’avvento del digitale terrestre, sia abbastanza ampia e varia, molti italiani scelgono di abbonarsi alle pay tv (televisioni a pagamento) per godere di contenuti esclusivi. Ovviamente, ogni servizio ha un costo: se, ad esempio, vuoi abbonarti a Mediaset premium dovrai sostenere i costi di attivazione e quelli periodici. Mettiamo il caso che tu, a causa di una momentanea indisponibilità economica, non riesca più a pagare l’abbonamento e, dunque, a rispettare il contratto. Cosa succede in tal caso? Cosa si rischia a non pagare Mediaset premium?

Non pagare l’abbonamento a una pay tv significa rendersi inadempienti a un contratto in piena regola; da tanto derivano tutte le conseguenze facilmente immaginabili, tipo la richiesta di regolarizzare la propria posizione, la successiva formale messa in mora e, infine, la cessazione del servizio. Questo in linea di massima. Se l’argomento ti interessa, prosegui nella lettura: scopriremo insieme cosa si rischia a non pagare Mediaset premium.

Mediaset premium: come funziona?

Mediaset premium è la tv a pagamento del gruppo Mediaset. In pratica, si tratta di un servizio del tutto simile a quello offerto da Sky: contenuti esclusivi, anteprime, sport, campionato di serie A, ecc.

Lanciato nel 2005, Mediaset premium ha cominciato la sua avventura come televisione a pagamento fruibile sul digitale terrestre; successivamente, sfruttando un accordo con Sky, è approdato sulla piattaforma satellitare e infine, dal giugno 2019, il servizio Mediaset premium è fruibile, per chi non è cliente Sky, esclusivamente su piattaforma Internet e, nello specifico, accedendo al servizio Premium su Infinity.

Cosa succede se non pago Mediaset premium?

Mettiamo il caso che, per una dimenticanza oppure per una momentanea difficoltà economica, tu non abbia pagato il servizio Mediaset premium degli ultimi mesi. Cosa può succedere?

Ebbene, se si tratta di un inadempimento riguardante solamente una mensilità, Mediaset premium provvederà a inviarti un sollecito, chiedendoti di metterti in regola senza alcun costo aggiuntivo.

Dunque, se si tratta solamente di un ritardo temporaneo, puoi sempre pagare il tuo debito senza temere alcuna conseguenze.

Mediaset può sospendere il servizio?

Diversa è la situazione, invece, se le mensilità si accumulano: Mediaset premium potrebbe infatti sospendere il servizio nel caso in cui, a un primo sollecito, tu non abbia regolarizzato la tua posizione.

Il codice civile, a proposito dei contratti di somministrazione, dice che se la parte che ha diritto alla somministrazione è inadempiente e l’inadempimento è di lieve entità, il somministrante non può sospendere l’esecuzione del contratto senza dare congruo preavviso [1].

In pratica, se non paghi regolarmente Mediaset premium accade che non potrai guardare i suoi programmi, in quanto il servizio ti verrà bloccato fino al pagamento del debito.

Secondo la giurisprudenza, la sospensione della fornitura del servizio è legittima solo finché permane l’inadempimento del cliente: pertanto, se questi sana la sua posizione saldando il debito per intero, il servizio dovrà essere immediatamente riattivato, pena l’obbligo di risarcire il danno all’utente [2].

Riepilogando quanto detto finora, quindi, possiamo dire che:

  • se hai dimenticato di pagare solamente una mensilità, non devi temere particolari azioni da parte di Mediaset premium: semplicemente, ti arriverà un sollecito e ti verrà chiesto di regolarizzare la tua posizione, senza costi aggiuntivi;
  • se hai accumulato diversi mesi di ritardo, allora Mediaset premium potrebbe sospendere il servizio, previo congruo preavviso.

Risoluzione dell’abbonamento a Mediaset premium

Cosa succede se, nonostante i solleciti e la disattivazione del servizio, continui a non pagare il debito maturato nei confronti di Mediaset premium? Accade che il servizio di pay tv ti verrà disattivato del tutto: in caso di grave inadempimento della controparte, infatti, la legge consente la risoluzione del contratto [3].

Una volta risolto il contratto, anche pagando gli arretrati non potrai più ottenere indietro il servizio: l’abbonamento, infatti, non esiste più.

Mediaset premium non pagato: decreto ingiuntivo

Una volta ottenuta la risoluzione contrattuale, a Mediaset premium non resta che recuperare il credito. Ciò che accadrà, dunque, è che Mediaset si possa affidare a una società di recupero crediti la quale ti contatterà per chiedere non solo di pagare tutti gli arretrati, ma anche gli interessi di mora.

Se l’inadempimento dovesse protrarsi ancora, allora Mediaset premium procederà al recupero coattivo del credito. Cosa significa?

Mediaset premium, così come qualsiasi altro creditore, può rivolgersi ad un giudice e chiedere che il proprio credito le venga formalmente e definitivamente riconosciuto attraverso un provvedimento che prende il nome di decreto ingiuntivo.

Per ottenere l’emissione di questo titolo, è sufficiente che Mediaset premium presenti le fatture non pagate dal cliente abbonato al proprio servizio: tanto basta affinché il giudice dia ragione al creditore.

Una volta ottenuto il decreto ingiuntivo, Mediaset premium provvederà a notificartelo: da questo momento, decorrono i quaranta giorni affinché tu possa opporti dimostrando che il credito della società è infondato.

Se non fai opposizione nei termini, il decreto diventa esecutivo e, dopo averti notificato anche l’atto di precetto, Mediaset premium potrà procedere con l’esecuzione forzata, giungendo al pignoramento. Ma andiamo con ordine.

Pignoramento per debiti Mediaset premium

Mettiamo il caso che tu non abbia pagato Mediaset premium per una qualsiasi ragione (dimenticanza, protesta per i contenuti offerti, ritenuti da te non all’altezza, ecc.). Dopo il sollecito, Mediaset premium ti ha sospeso il servizio, fino a disattivarlo del tutto (si tratta di una risoluzione contrattuale vera e propria).

Non hai risposto ai solleciti e alle diffide e, pertanto, Mediaset ha ottenuto un decreto ingiuntivo da parte del giudice. Cosa accade ora? Succede che, se non proponi opposizione facendo valere delle ragioni plausibili, Mediaset premium procederà a notificarti un atto di precetto.

Il precetto consiste nell’intimazione di adempiere l’obbligo risultante dal decreto ingiuntivo entro un termine non minore di dieci giorni, con l’avvertimento che, in mancanza, si procederà a esecuzione forzata [4].

Se non paghi Mediaset premium nemmeno a seguito della notifica del precetto, allora stai sicuro che si procederà nei tuoi confronti mediante esecuzione forzata.

Il pignoramento è il primo atto con cui comincia l’esecuzione forzata ai tuoi danni; esso serve a bloccare i beni del debitore, di modo che siano finalizzati in via esclusiva al soddisfacimento delle pretese del creditore.

In altre parole, il pignoramento impone un vincolo giuridico sui beni (mobili o immobili, a seconda della natura del procedimento): ciò significa che il debitore può continuare a disporre materialmente degli stessi, ad esempio utilizzandoli per sé oppure anche cedendoli a terzi, ma queste operazioni non saranno opponibili al creditore, il quale, una volta intimato il pignoramento, potrà soddisfarsi sui beni ovunque essi siano.

Se non paghi Mediaset premium, dunque, può succedere che un giorno, recandoti al bancomat, ti verrà impedito di prelevare il contante perché è stato effettuato il pignoramento del tuo conto corrente.

Come tutelarsi dai debiti con Mediaset premium?

Abbiamo visto sinora cosa rischi se non paghi i servizi Mediaset premium; vorrei spiegarti ora come tutelarti nel caso in cui tu ritenga che le somme richieste da Mediaset siano ingiuste.

Innanzitutto, se reputi che gli importi addebitati siano illegittimi (ad esempio, perché non hai beneficiato dei programmi richiesti), è consigliabile contestare sin da subito la pretesa creditoria. Come farlo? Hai due strade: la prima è rispondere al sollecito che ti verrà inviato; la seconda, invece, è quella di prendere l’iniziativa e di inviare tu stesso una lettera ove contesti in pieno le somme che ti vengono imputate.

I motivi per cui potresti essere legittimato a non pagare Mediaset premium sono svariati; l’esempio più classico è quello del disservizio, non imputabile all’utente, che ha impedito l’utilizzo corretto dell’abbonamento.

Un addebito potrebbe non essere dovuto anche quando la prestazione che esso presuppone non è mai avvenuta: sono tanti i furbetti che si recano dal giudice ostentando fatture emesse per operazioni inesistenti.

Ancora, è ben possibile che il pagamento sia già stato effettuato ma a Mediaset premium non risulti; in questo caso, basterà esibire le prove dell’avvenuto adempimento.

Come opporsi al decreto ingiuntivo Mediaset premium

Come ricordato, il primo passo che compie la società creditrice che ha emesso una fattura non pagata è quello di presentarsi dal giudice per ottenere un decreto ingiuntivo, cioè un titolo che lo legittimi ad eseguire un futuro pignoramento nel caso in cui il debitore non ne voglia sapere di pagare.

Contro il decreto ingiuntivo è possibile opporsi nel termine di quaranta giorni: l’opposizione apre un giudizio ordinario vero e proprio, in quanto dovrai citare il tuo creditore presso il tribunale territorialmente competente.

Se ritieni di non dover pagare nulla, ad esempio perché ricorre uno dei motivi che ti ho elencato nel paragrafo precedente, allora devi fare opposizione al decreto ingiuntivo: così facendo, nel procedimento che si instaurerà dovrà essere Mediaset premium a dimostrare che sei debitore della somma che pretende.

Opponendoti al decreto ingiuntivo, quindi, costringerai il tuo creditore a dover provare, con mezzi più rigorosi della semplice fattura, il proprio diritto.

Ricorda, però, che l’opposizione a decreto ingiuntivo ti conviene solamente se sei sicuro di non dover pagare: in caso contrario, verrai condannato non solo ad adempiere al tuo debito originario, ma anche a pagare tutte le spese processuali, quelle legali e gli interessi.

Come opporsi al precetto di Mediaset premium

Abbiamo detto che, dopo la notifica del decreto ingiuntivo, ti giungerà quella del precetto e, infine, si procederà con il pignoramento; tutto ciò, a meno che tu non ti opponga al decreto ingiuntivo, dando così il via a un giudizio.

Se non hai fatto valere le tue ragioni contro il decreto ingiuntivo, però, hai ancora una possibilità: quella di fare opposizione al precetto. Si tratta davvero dell’ultima spiaggia, consentita al debitore solamente per contestare la regolarità formale del precetto: in altre parole, non potrai lamentarti dicendo che il credito è inesistente oppure che è stato pagato (avresti dovuto farlo opponendoti al decreto ingiuntivo), ma potrai sollevare i vizi formali dell’atto.

Ad esempio, puoi opporti al precetto se questo non è stato preceduto dalla regolare notifica del titolo (nel nostro caso, del decreto ingiuntivo non opposto).


note

[1] Art. 1565 cod. civ.

[2] Cass., sent. n. 9624 del 02.10.1997.

[3] Art. 1453 cod. civ.

[4] Art. 480 cod. proc. civ.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube