Questo sito contribuisce alla audience di
Business | Articoli

È vero che non si può più andare a prelevare?

11 Marzo 2020
È vero che non si può più andare a prelevare?

Sul tema del momento, il Coronavirus, circola ogni tipo di notizia, non sempre attendibile. Come quella secondo cui si penserebbe a uno stop ai prelievi in banca.

Le fake news sono un male del nostro tempo. Nell’epoca del Coronavirus ancora di più. Numerose sono, infatti, le notizie false che stanno circolando in questi giorni, in qualunque modo – molte viaggiano tramite social e app di messaggistica istantanea – e che riguardano qualunque informazione su come fronteggiare l’epidemia.

Una delle ultime ha a che fare con le banche. Corre voce che si stia ragionando sulla possibilità di limitare i prelievi in contanti all’interno delle banche. Semplicemente: non è vero. Quello che a oggi ci risulta, in base alle regole contenute nell’ultimo decreto della presidenza del consiglio dei ministri, datato 9 marzo 2020, è che non si possono creare assembramenti di persone in ogni luogo, banche comprese.

È bene, quindi, evitare di entrare in massa negli istituti di credito. Vi si può accedere una persona alla volta, finché gli sportelli non sono tutti occupati. Altrimenti, per evitare code davanti ai singoli sportelli, si attende all’esterno a debita distanza dalle altre persone. Ma questo non ha nulla a che vedere col tipo di operazione che si va a fare allo sportello: non ci risulta, al momento, che ne siano state vietate alcune.

Quanto ai bancomat, nessuna limitazione di prelievo se non quelle imposte in modo standard dal proprio contratto. Anche in tal caso, la sola regola che vige è quella della distanza di sicurezza di almeno un metro tra chi attende e chi è al bancomat a prelevare.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube