Decreto salva economia: le novità su congedi e voucher

12 Marzo 2020
Decreto salva economia: le novità su congedi e voucher

Le misure di sostegno in arrivo nei nuovi provvedimenti del Governo per famiglie e lavoratori: allo studio bonus speciali oltre i 500 euro per gli operatori sanitari.

Il nuovo Decreto Salva Economia annunciato dal Governo dovrebbe arrivare “domani”, cioè venerdì 13 marzo, come assicura oggi il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo ed auspica anche il ministro della Famiglia, Elena Bonetti “così saranno in vigore da lunedì”.

Tra le misure economiche di sostegno previste per le famiglie e i lavoratori ci sono i congedi parentali e i voucher per baby sitter, tate e badanti.

Oggi, il ministro Catalfo ha rassicurato che “Nessuno perde il lavoro” a causa dell’emergenza economica Coronavirus, che adesso ha comportato anche la chiusura di molti negozi e imprese, e ha spiegato che “tutti i lavoratori saranno tutelati dagli ammortizzatori sociali”.

Catalfo ha anche confermato che nel nuovo Decreto Salva Economia ci saranno anche gli indennizzi per i lavoratori autonomi ed i professionisti “per circa 500-600 euro”, come riporta l’agenzia stampa Adnkronos dopo l’intervento del ministro su Radio anch’io.

Il congedo parentale, secondo le anticipazioni del ministro del Lavoro, dovrebbe funzionare così: “da 12 a 15 giorni di congedo straordinario per le mamme ed i papà con figli inferiori ai 12 anni; nessun limite di età invece in caso di disabilità”.

Il ministro ha ricordato che in alternativa al congedo “si potrà fare ricorso al vouchertata‘ da circa 600 euro”, che dunque riguarderà non solo le baby sitter ma anche colf e badanti.

Ma l’importo sarà maggiore per gli operatori sanitari: “Sto studiando un voucher baby sitter speciale per il personale sanitario per consentire a medici, infermieri e operatori socio-sanitari di andare a lavorare e avere qualcuno che badi ai loro figli”, ha annunciato il ministro Catalfo.

“La nostra priorità adesso è fermare la diffusione del Coronavirus. Bene quindi la decisione del Premier Giuseppe Conte, di cui condivido l’appello a incentivare il più possibile lavoro agile, ferie e permessi. Tuteleremo tutti i lavoratori, ve lo assicuro. Uniti ce la faremo”, ha concluso.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube