Diritto e Fisco | Articoli

Posso comprare una macchina senza busta paga?

17 Maggio 2020 | Autore:
Posso comprare una macchina senza busta paga?

Quali garanzie offrire alla finanziaria collegata alla concessionaria per acquistare un’auto pur non avendo un lavoro come dipendente.

Hai bisogno di un’auto ma non hai ancora un lavoro fisso, magari perché hai solo un contratto di collaborazione che non prevede il rilascio del cedolino. Eppure, quel veicolo ti serve, perché non sei comodo con i mezzi di trasporto per raggiungere l’ufficio o la fabbrica e non puoi dipendere sempre da quello dei tuoi genitori. La domanda che ti sarai posto non una ma più volte sarà sicuramente questa: posso comprare una macchina senza busta paga?

Non è tanto una questione di soldi per dare alla concessionaria l’anticipo: tra quello che hai messo via ed un eventuale aiuto da parte dei tuoi, riesci a coprire quella somma. Il problema si pone per il finanziamento da chiedere, sempre attraverso la concessionaria, per pagarla a rate. Ti verrà concesso il prestito? Ti sarà consentito di comprare una macchina senza busta paga?

Ci sono diversi modi per ottenere un finanziamento senza il cedolino. Il più diffuso è quello di ricorrere alla figura del garante, cioè coinvolgere una persona che garantisca per te il pagamento delle rate nel caso in cui tu qualche mese ti trovassi in difficoltà. Ma esiste anche la possibilità di presentare la casa come garanzia, oppure di utilizzare le cambiali o l’affitto che ricevi dall’inquilino, se hai una casa in locazione. Vediamo ne dettaglio come puoi comprare una macchina senza busta paga.

Prestito auto senza busta: chi lo può ottenere?

Partiamo da chi può ottenere un finanziamento per comprare una macchina senza busta paga. Il prestito è concesso a chi è:

  • disoccupato o in cassa integrazione;
  • autonomo;
  • lavoratore irregolare o precario;
  • giovane che non studia e non lavora;
  • studenti;
  • imprenditori in fase di start up.

Al requisito sulla condizione di lavoratore, studente o disoccupato, si uniscono altri di tipo anagrafico e reddituale. In pratica, chi deve concedere un prestito per l’acquisto di un’auto senza busta paga è più propenso a farlo a chi:

  • ha un’età tra 18 e 75 anni;
  • è residente in Italia;
  • ha un minimo di reddito;
  • ha un garante;
  • non è inserito nell’elenco dei cattivi pagatori;
  • ha un conto corrente aperto o è disponibile ad aprirlo.

Prestito auto senza busta paga: quali garanzie posso offrire?

Di norma, la busta paga resta l’elemento più richiesto per ottenere qualsiasi tipo di finanziamento, anche quello necessario per comprare una macchina e pagarla a rate. Chi, invece, il cedolino non ce l’ha, quali alternative può offrire alla finanziaria?

Le garanzie da mettere sul tavolo possono essere:

  • il garante, cioè la persona che si fa carico delle rate che il titolare del prestito non riesce a pagare;
  • l’ipoteca sulla casa;
  • le cambiali, che garantiscono alla finanziaria la possibilità di pignorare i tuoi beni se non paghi le rate;
  • il pegno, cioè la possibilità di offrire come garanzia dei beni di valore di cui sei proprietario;
  • l’affitto di una casa, nel caso in cui tu abbia un’immobile in locazione.

Prestito auto senza busta paga: chi può fare da garante?

Non è detto che a farti da garante quando vuoi comprare una macchina senza busta paga debba essere per forza tuo padre, tuo fratello o tua sorella. Considera che la fideiussione è quella soluzione che consente, in questo caso alla finanziaria collegata alla concessionaria a cui ti rivolgi, di avere qualcuno da cui bussare nel caso in cui tu cominci a saltare delle rate perché sei in un momento di difficoltà economica. Puoi aver perso il contratto di collaborazione che avevi o magari è un periodo in cui stai aspettando che venga rinnovato e, nel frattempo, non hai un’entrata fissa. Oppure puoi avere avuto un imprevisto e sei stato costretto a spendere altrove una certa somma che ti ha prosciugato il conto.

In casi come questi, ecco che interviene il garante. Alla finanziaria non cambia nulla se si tratta di un tuo genitore o dell’amico di una vita: lo scopo di chi ti ha prestato i soldi è quello di incassare ogni mese la rata, indipendentemente da chi la paga. Meglio per entrambi, ovviamente, se sei tu a farlo: la finanziaria sarà più tranquilla sapendo di avere un cliente affidabile. Mentre tu non rischierai di finire nella lista nera dei cattivi pagatori.

In sostanza: chiunque può fare da garante per il prestito che ti consentirà di comprare una macchina senza busta paga. A patto, però, che il garante non abbia quella che più volte abbiamo chiamato la «fedina bancaria sporca», cioè che anch’egli sia, a sua volta, affidabile. Che ci sia un legame di sangue tra te e lui, dunque, non è un requisito richiesto.

Prestito auto senza busta paga: c’è un limite di importo?

Va da sé che più garanzie offri quando vai a chiedere il prestito per comprare una macchina senza busta paga e più facilmente lo otterrai, anche per un importo piuttosto elevato.

Ad ogni modo, il finanziamento è legato al prezzo dell’auto che vai ad acquistare, togliendo l’anticipo che puoi offrire al momento di fare il contratto. Quindi, è probabile che, a queste condizioni, non ti venga venduta una Ferrari (si fa per dire) ma che ti debba accontentare di un’auto più modesta che richiede un finanziamento più basso da restituire in un tempo accettabile.

Prestito auto senza busta paga: come ottenerlo?

Quando vai ad una concessionaria a comprare una macchina con l’intenzione di fare un finanziamento per pagarla a rate, ti verrà chiesta una somma a titolo di anticipo e poi ti verrà proposto il prestito. La concessionaria ti chiederà per conto della finanziaria delle garanzie.

Ricorda, comunque, che non è il soggetto che ti vende l’auto a prestarti i soldi da restituire, ma una società esterna che si occupa di servizi finanziari. Quindi sarà quest’ultima a valutare se hai le carte in regola per poter avere il prestito e, in questo caso ad approvarlo. La concessionaria, in questo passaggio, fa soltanto da intermediario.

Non avendo la busta paga, dovrai indicare al venditore quale alternativa proponi, se le cambiali, il garante, l’ipoteca, ecc. Nel caso della fideiussione, oltre ai tuoi documenti e alla tua situazione reddituale dovranno essere presentati anche quelli del garante, in modo che la finanziaria possa verificare la sua affidabilità.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube