Diritto e Fisco | Articoli

Dove posso vendere capelli naturali

14 Agosto 2020 | Autore:
Dove posso vendere capelli naturali

Acquistare e vendere beni di consumo oggi è più semplice che mai. Hai già notato che il commercio si è arricchito di novità interessanti?

Quando navighi su internet puoi imbatterti in offerte e annunci di qualsiasi tipo. Forse, hai già avuto modo di verificare come negli ultimi anni è in voga una tendenza piuttosto curiosa: quella di mettere in vendita i propri capelli.

Il culto per il corpo che caratterizza la nostra società ha portato molte imprese ad attrezzarsi per garantire il miglior prodotto possibile. Si tratta, soprattutto, di aziende operanti nel settore della bellezza. In tal senso, si è sviluppata la tecnica delle acconciature rimovibili realizzata mediante l’utilizzo dei capelli naturali messi in vendita dalle persone. L’obiettivo è quello di ottenere parrucche ed extension che possono rispondere a finalità estetiche o mediche (pensa, ad esempio, alle donne che perdono i capelli a seguito di chemioterapia).

In questo settore, il mercato è piuttosto fiorente e si possono fare degli affari interessanti. Se sei interessata all’argomento, ti starai chiedendo: dove posso vendere capelli naturali? In questo articolo ti forniremo le indicazioni di cui hai bisogno.

In cosa consiste il divieto di atti di disposizione del proprio corpo?

Nel nostro ordinamento giuridico, esiste una precisa disposizione del codice civile [1] che proibisce gli atti di disposizione del proprio corpo. Perché possa trovare applicazione tale divieto devono sussistere una serie di condizioni. Vediamole nel dettaglio per comprendere se la vendita di capelli può rientrare nelle ipotesi illegali.

Secondo quanto stabilisce il codice, gli atti di disposizione vietati devono provocare una diminuzione permanente o devono essere contrari alla legge, all’ordine pubblico o al buon costume.

Alla luce di tale affermazione, possiamo subito trarre una prima conclusione: è evidente che la vendita di cui ci stiamo occupando non rientra tra le ipotesi vietate. E questo per un semplice motivo: tagliare i capelli provoca una diminuzione di una parte del corpo provvisoria e non definitiva (i capelli, si sa, ricrescono più forti di prima).

Assodato, dunque che il codice civile fa espresso riferimento a lesioni irrevocabili, il nostro caso appare del tutto consentito. Peraltro, com’è facile intuire, la vendita dei propri capelli non può essere fatta rientrare nelle ipotesi di condotte contrarie alla legge, al buon costume o all’ordine pubblico: nessuno di questi interessi vengono in alcun modo violati.

Tutt’al più possono sorgere dei dubbi in relazione al settore tributario e fiscale: ci si trova di fronte a una vera e propria transazione economica per cui può essere richiesto di pagare le tasse.

Dopo aver verificato che la vendita di capelli naturali è consentita dal nostro sistema, è giunto il momento di chiedersi dove si possa effettuare tale operazione e quali sono gli eventuali accorgimenti da adottare per trarre il maggior profitto possibile.

Dove è possibile vendere capelli naturali?

Come spesso avviene oggigiorno, la sede più comune di compravendita è rappresentata dalle piattaforme virtuali. Il cosiddetto e-commerce, infatti, consente di ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo. Ed è questo il consiglio che sentiamo di darti: ricorri direttamente alle pagine web che incrociano rapidamente la domanda e l’offerta di beni e servizi.

Per ragioni di completezza espositiva, dobbiamo informarti che il servizio viene reso anche da alcuni saloni di parrucchieri. In tal caso, la procedura è sicuramente più veloce perché il taglio e la vendita avvengono nello stesso momento. Tuttavia, può essere difficile contrattare sul prezzo e ottenere un risultato economico più elevato in quanto devi sottostare alle proposte dell’acquirente. Inoltre, la tua offerta è circoscritta agli acconciatori (molto limitati nel numero) che hanno deciso di aderire a tale iniziativa.

Viceversa, se ti rivolgi agli utenti di internet il tuo annuncio ha un’ampia visibilità e intercetti un numero elevato di potenziali compratori.

Le caratteristiche delle piattaforme virtuali ti consentono di portare facilmente a compimento la compravendita e di attenerti ai prezzi di mercato, piuttosto elevati. Pensa, infatti, che per un metro di capelli si possono ottenere delle cifre a tre zeri. Se intendi seguire questa strada, non ti resta che registrarti sui siti di annunci e, attraverso le tue credenziali di accesso, inserire tutte le offerte che reputi utili per il raggiungimento dello scopo.

Un’altra opportunità che ti è concessa dal web e che puoi facilmente sfruttare è quella di contattare direttamente le società specializzate nella trasformazione dei capelli naturali. Ve ne sono tantissime sul mercato e tutte hanno un sito internet e dei contatti di riferimento (sia telefonici sia telematici). Per farti due esempi piuttosto noti: pensa alle ditte di Mario Audello e di Roberto Paglialunga da anni specializzati nella realizzazione di parrucche. Puoi, quindi, provare a presentare la tua proposta a tali imprese, nella certezza che, salvo casi particolari dovuta alla qualità dei capelli, molto probabilmente troverai risposta affermativa.

Abbiamo accennato alle caratteristiche del prodotto non a caso. Posta l’elevata quantità di articoli presenti sul mercato, le ditte sono molto selettive. In altri termini, esse acquistano soltanto capelli in ottimo stato di conservazione. Per aumentare il tuo guadagno devi allora seguire degli accorgimenti. Te ne suggeriamo qualcuno.

Alcuni consigli utili

Per ottenere un guadagno elevato dai tuoi capelli devi fare in modo che abbiano la qualità richiesta dal mercato. Gli elementi che hanno maggiore valore sono i seguenti:

  • colore: i capelli di colore naturale sono pagati di più rispetto a quelli tinti; alcune sfumature, in quanto più rare, sono preferite rispetto alle altre (pensa, ad esempio, ai capelli rossi);
  • lunghezza: più sono lunghi i capelli, maggiori sono le possibilità di guadagno;
  • qualità: i capelli devono avere delle caratteristiche eccellenti (non devono, ad esempio, essere trattati o sfibrati).

Se, quindi, vuoi mettere in commercio un prodotto di buon livello ti consigliamo di curare anzitutto la tua persona (evita, ad esempio, di fumare o eccedere nell’utilizzo di alcol): un fisico in salute produce i suoi riflessi anche su capelli e unghie, con tutti i vantaggi del caso.


note

[1] Art. 5 c.c.: “Gli atti di disposizione del proprio corpo sono vietati quando cagionino una diminuzione permanente della integrità fisica, o quando siano altrimenti contrari alla legge, all’ordine pubblico o al buon costume”.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube