Cronaca | News

Coronavirus: vaccino imminente dalla Germania

16 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: vaccino imminente dalla Germania

La CureVac tedesca avvia l’ultima fase del processo. Mossa sporca di Trump: voleva comprare l’azienda per controllare l’uso del siero.

Diversi laboratori di tutto il mondo sono impegnati nella messa a punto di un vaccino contro quella che sembra ormai essere la piaga del secolo, ovvero il coronavirus. Ad accendere una nuova speranza in questa direzione è un’azienda tedesca di proprietà del magnate Dietmar Hopp, proprietario – tra le altre cose – dell’azienda CureVac, con sede a Tübingen, oltre che del Hoffenheim, squadra che milita nella massima categoria del campionato tedesco di calcio.

La CureVac ha quasi ultimato lo sviluppo di un vaccino che sarebbe efficace contro il Covid-19 e si prepara ad entrare nella fase finale del processo, con i primi test.

La notizia ha agitato nelle ultime ore i rapporti diplomatici tra Germania e Stati Uniti. Tutto è partito da una mossa «sporca» di Donald Trump che, come ha denunciato il ministro dell’Interno tedesco, Horst Seehofer, avrebbe tentato di attrarre negli Usa gli scienziati della CureVac in cambio di altissime somme di denaro allo scopo di finire per acquistare l’azienda e, in questo modo, controllare anche la commercializzazione e l’utilizzo del vaccino.

Un’ipotesi abortita subito da Hopp: «Se vogliamo sviluppare un vaccino efficace contro il coronavirus – ha avvertito il magnate, membro anche della Fondazione Bill e Melinda Gates che combatte le malattie infettive – non solo si deve proteggere il maggior numero possibile di persone, ma anche diffondere uno spirito di solidarietà».

Il ministro dell’Economia tedesco, Peter Altmaier, ha già annunciato che il vaccino non verrà venduto negli Stati Uniti. «L’azienda ha detto in questo modo che offrirà il suo vaccino a tutto il mondo. La Germania non è in vendita».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube