Cronaca | News

Coronavirus: cambia l’autocertificazione

17 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: cambia l’autocertificazione

Da oggi serve dichiarare di non essere sottoposti a quarantena. Dovrà essere compilato dal cittadino e controfirmato da chi fa il controllo. Il pdf da scaricare.

Cambia l’autocertificazione che consente di uscire di casa nei casi previsti dal decreto della Presidenza del Consiglio, cioè per comprovate esigenze lavorative, per urgenti necessità e per motivi di salute. Nel modello c’è una nuova voce che prevede da oggi l’obbligo di dichiarare di non essere soggetto agli obblighi previsti dalla quarantena per chi è stato trovato positivo al coronavirus o per chi è entrato in contatto con una persona contagiata.

Il nuovo modello, scaricabile dal sito del ministero dell’Interno, dovrà essere compilato e dovrà essere controfirmato al momento del controllo dalle forze dell’ordine che avranno accertato l’identità del cittadino. Questo per evitare di dovere allegare fotocopie di documenti.

Le autocertificazioni verranno come sempre verificate a posteriori dalle forze dell’ordine.

Puoi cliccare qui per scaricare il modulo.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube