Coronavirus: posso andare in bici?

17 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: posso andare in bici?

Quando posso uscire di casa? E’ consentito l’uso della bicicletta? 

Per contenere la diffusione del Coronavirus, il Governo ha emesso numerosi decreti. L’11 marzo, il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm con ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 sull’intero territorio nazionale. Ormai, organi di informazione, politici e personaggi pubblici non fanno altro che ripetere, come se fosse un mantra,  l’avvertenza: “non uscire di casa“. Perché? Perché c’è ancora chi sottovaluta le restrizioni e i divieti stabiliti nel decreto. Ovviamente, puoi uscire di casa solo se si tratta di comprovate esigenze lavorative, motivi di salute, ragioni di necessità (come, ad esempio, l’acquisto dei beni necessari).

In ogni caso, devi essere in grado di dimostrarlo anche attraverso l’autocertificazione. I divieti e le raccomandazioni valgono anche per gli spostamenti all’interno del proprio Comune.

Se sei uno sportivo e desideri fare attività fisica all’aperto, ti starai chiedendo: posso andare in bici? Devi sapere che l’uso della bicicletta, nel rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro, è soggetto alle misure restrittive del Decreto del 9 marzo 2020 definito #Iorestoacasa. Questo provvedimento limita gli spostamenti delle persone in entrata e in uscita dai territori nonché all’interno dei medesimi, a meno che non si tratti degli spostamenti motivati di cui ti ho parlato in precedenza.

Pertanto, non è giustificato l’uso della bici per diletto o per allenamento oltre i confini del proprio territorio di domicilio, abitazione o residenza.

Il ministero della Salute specifica che in caso di sportivi (professionisti o non professionisti), riconosciuti di interesse nazionale dal Coni e dalle rispettive Federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali o internazionali, possono essere utilizzati gli impianti sportivi a porte chiuse per le sedute di allenamento. “È consentito esclusivamente lo svolgimento degli eventi e delle competizioni sportive organizzati da organismi sportivi internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico”, sottolinea il ministero.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube