Coronavirus: «non si può garantire la salute dei lavoratori»

17 Marzo 2020
Coronavirus: «non si può garantire la salute dei lavoratori»

Assistal chiede al Governo la sospensione dei cantieri.

L’Associazione nazionale Costruttori di Impianti (Assistal), aderente a Confindustria, ha indirizzato questa mattina una lettera al Governo per richiedere la sospensione dei cantieri, in quanto le misure, seppur condivisibili al fine di contenere la diffusione del virus Covid-19, risultano, allo stato attuale, di difficile applicazione nell’ambito dei cantieri.

Angelo Carlini, presidente Assistal, in una nota riportata dall’agenzia di stampa Adnkronos, spiega che “Le nostre imprese sono impegnate quotidianamente sui cantieri e stanno rilevando una serie di criticità che difficilmente consentono la prosecuzione delle attività: dalla difficoltà di rispettare la distanza di un metro alla criticità di reperire i dispositivi di protezione individuale. Si aggiungono poi, le difficoltà legate ai lavoratori impegnati nelle trasferte, relativi alla logistica, agli spostamenti da regione a regione nonché a situazioni di assenza di alcune figure essenziali nello svolgimento dell’attività di cantiere, quali il Rup o il Direttore di cantiere. Pertanto, allo stato attuale, non è possibile garantire la sicurezza dei lavoratori e la tutela della loro salute”.

Il provvedimento dovrebbe altresì includere quelle misure che permettono alle imprese di gestire la sospensione, sia per quanto attiene la forza lavoro con un’estensione della cassa integrazione, sia per gli aspetti finanziari e di liquidità, con una sospensione di tutti gli adempimenti e di tutte le altre scadenze previste, nonché il pagamento immediato alle imprese dei corrispettivi fino alla data di sospensione dei cantiere, per garantire alle medesime l’opportuna liquidità.

Inoltre, è necessario prevedere un accesso al credito nei confronti delle banche con forme fortemente agevolate. Assistal sottolinea, che il provvedimento non dovrà riguardare le imprese impegnate nei servizi pubblici essenziali e tutte quelle che sono in grado di garantire il rispetto delle condizioni di sicurezza nei cantieri.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube