Diritto e Fisco | Articoli

Incidente allo stop: il risarcimento

20 Marzo 2020 | Autore:
Incidente allo stop: il risarcimento

Di chi è la colpa per il sinistro avvenuto allo stop? A chi spetta il risarcimento e in quale percentuale?

Se ci fosse più attenzione alla guida e maggiore rispetto delle norme che regolano la circolazione dei veicoli, gli incidenti sarebbero veramente tali, cioè occasionali e non costantemente dovuti alla nostra distrazione. Purtroppo, però, non è così. In caso di sinistro stradale, bisogna fare i conti con tutte le conseguenze: la macchina da riparare, l’assicurazione che aumenta il premio da pagare oppure la causa da avviare dinanzi al giudice di pace, poiché la responsabilità dell’evento è motivo di contestazione. A quest’ultimo proposito, è frequente che un conducente non voglia ammettere alcun addebito, neanche nonostante una palese violazione del codice della strada. Un comportamento che influisce sulla liquidazione stragiudiziale dei danni, poiché dinanzi ad un’ostinata contro versione dei fatti, l’assicurazione potrebbe decidere di non riconoscere tutte le conseguenze provocate dal presunto responsabile. In particolare, per fare un esempio, nel caso di un incidente allo stop, a chi spetta il risarcimento?

È quanto ti è appena accaduto, visto che la tua auto è stata investita ad un incrocio da un altro veicolo proveniente da uno stop. Una circostanza in cui la tua vettura è stata vistosamente danneggiata. Una situazione in cui ti saresti aspettato il giusto indennizzo senza alcuna complicazione, ma, purtroppo, non è stato così.

Pertanto, in questa ipotesi, è possibile dubitare della responsabilità del sinistro? Cosa dice la Cassazione su questo argomento e come dovrebbe regolarsi il giudice nella causa diretta ad ottenere il legittimo risarcimento? Proseguendo nella lettura di questo articolo risolverai i tuoi dubbi a riguardo.

Stop: cosa dice la legge?

La legge in materia [1] stabilisce che se c’è un segnale di stop, i conducenti delle vetture che sopraggiungono ad un incrocio non devono, semplicemente, limitarsi a verificare la provenienza di altri veicoli e, quindi, concedere la dovuta precedenza. Essi, infatti, devono necessariamente arrestare la propria marcia, per poi riprenderla, constatata l’assenza di altri mezzi che potrebbero impegnare la predetta intersezione stradale.

La norma precisa, altresì, che a coloro che violano la predetta disposizione viene comminata una multa da € 167 a € 666; la detta sanzione sarebbe, quindi, accompagnata da quella accessoria della sospensione della patente, se la detta violazione venisse commessa ed accertata due volte, nell’arco di due anni.

Pertanto, ricorda di fermarti sempre allo stop, anche perché, in caso di incidente, sembrerebbe che la colpa sia soltanto tua e che sia molto improbabile superare questa conclusione: vuoi sapere il perché?

Incidente allo stop: a chi la colpa?

Come hai potuto appena leggere, se ti trovi ad uno stop, devi assolutamente fermarti. Non si tratta, quindi, semplicemente di verificare la provenienza di altri veicoli con la precedenza e, in assenza degli stessi, attraversare l’incrocio: devi necessariamente arrestare la marcia. Se non rispetti questo comportamento, lì dove, invece, c’era un segnale che ti intimava di farlo, oltre a violare il codice della strada, sei l’esclusivo responsabile dell’eventuale incidente provocato.

È quanto è stato stabilito dalla Suprema Corte di Cassazione, la quale, come spesso accade in questi casi controversi, è stata chiamata a pronunciarsi sull’argomento. Secondo un’ordinanza degli Ermellini [3], l’incidente avvenuto tra due vetture, di cui l’una non ha rispettato uno stop, sarà di esclusiva colpa del conducente di quest’ultima. Questi, infatti, aveva il dovere di fermarsi, e se non l’ha fatto si è reso responsabile di una condotta di guida illecita ed imprudente. Questo comportamento, come si ricava dalla citata ordinanza, è stato assolutamente in grado di superare la presunzione di corresponsabilità, prevista dalla legge, nel caso di sinistro tra due veicoli [4].

In pratica, secondo questa decisione, il giudice investito della causa risarcitoria, di fronte ad una violazione del genere, non dovrà fare altro che dichiarare esclusivo responsabile l’automobilista che non si è fermato allo stop.

Incidente allo stop: a chi il risarcimento?

A questo punto, sembra chiaro che, secondo la citata decisione della Cassazione, se il conducente del veicolo, con il quale hai fatto un incidente allo stop, non si è fermato, questi sarà l’esclusivo responsabile del sinistro.

In termini pratici, questa conclusione comporterà che avrai diritto al risarcimento di tutte le conseguenze patite nel descritto avvenimento. Non sembra, infatti, in discussione una tua eventuale, seppur minima, compartecipazione colpevole al verificarsi dell’accaduto. Per questo motivo, il giudice, accertata la descritta violazione dell’altro automobilista, non potrà che riconoscerti l’integrale indennizzo di tutti i danni subiti dalla tua vettura.

Resta da augurarsi che la citata ordinanza degli Ermellini sia convincente anche per le compagnie assicuratrici, spesso protagoniste di comportamenti poco inclini ad una facile liquidazione dei sinistri, a prescindere dalle varie circostanze.


note

[1] Art. 145, co. 5 cod. della strada

[2] Art. 145, co. 10 cod. della strada

[3] Cass. civ. ord. n. 30993/2018


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Una domanda sè posso; e se dopo aver fatto l’incidente mi accorgo che la persona con cui ho avuto la collisione è un minorenne alla guida? Rimane a me la colpa per non essermi fermato allo stop, anche se l’altra autovettura coinvolta nel sinistro è guidata da un minore di 18 anni?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube