Multe: più tempo per il pagamento ridotto

18 Marzo 2020
Multe: più tempo per il pagamento ridotto

Il Decreto Cura Italia estende a 30 giorni dalla notificazione o contestazione il termine per beneficiare della riduzione del 30% sull’importo delle sanzioni.

Il decreto legge Cura Italia, pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale e dunque ora già in vigore, prevede anche una norma che agevola coloro che durante il periodo di emergenza Coronavirus riceveranno una multa per violazione alle norme di circolazione stradale.

In questi casi c’è per il trasgressore la possibilità di pagare in misura ridotta del 30% rispetto al minimo della sanzione pecuniaria applicata, purché ciò avvenga entro 5 giorni dalla data di notifica del verbale, o dalla rilevazione dell’infrazione se c’è stata la contestazione immediata.

Ora il decreto legge appena varato estende questo termine a 30 giorni, allo scopo di contenere la diffusione del contagio, per evitare spostamenti durante il periodo di emergenza epidemiologica di persone che altrimenti sarebbero costrette ad uscire per pagare i bollettini.

La norma di favore si applica per tutte le contravvenzioni per le quali è ammesso il pagamento in misura ridotta che saranno notificate o contestate a partire da oggi e sino al 31 maggio 2020. Non si escludono ulteriori proroghe se l’emergenza Covid-19 dovesse perdurare.


note

DECRETO LEGGE N. 18 DEL 17 MARZO 2020

(estratto)

Art. 108 (omissis….)

2. Considerati l’evolversi della situazione epidemiologica COVID-19 e il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia con il costante incremento dei casi su tutto il territorio nazionale, al fine di consentire il rispetto delle norme igienico-sanitarie previste dalla vigente normativa volte a contenere il diffondersi della pandemia, in via del tutto eccezionale e transitoria, la somma di cui all’art. 202, comma 2 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, dall’entrata in vigore del presente decreto e fino al 31 maggio 2020, è ridotta del 30% se il pagamento è effettuato entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione della violazione. La misura prevista dal periodo precedente può essere estesa con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri qualora siano previsti ulteriori termini di durata delle misure restrittive.

DECRETO LEGGE N. 18 DEL 17 MARZO 2020

(estratto)

Art. 108 (omissis….)

2. Considerati l’evolversi della situazione epidemiologica COVID-19 e il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia con il costante incremento dei casi su tutto il territorio nazionale, al fine di consentire il rispetto delle norme igienico-sanitarie previste dalla vigente normativa volte a contenere il diffondersi della pandemia, in via del tutto eccezionale e transitoria, la somma di cui all’art. 202, comma 2 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, dall’entrata in vigore del presente decreto e fino al 31 maggio 2020, è ridotta del 30% se il pagamento è effettuato entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione della violazione. La misura prevista dal periodo precedente può essere estesa con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri qualora siano previsti ulteriori termini di durata delle misure restrittive.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube