Coronavirus: che succede con i disoccupati?

20 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: che succede con i disoccupati?

Le indennità previste per chi ha perso il lavoro a causa dell’emergenza. Chi ha diritto alla Naspi o alla Dis-Coll e chi resta scoperto.

Tra gli effetti devastanti dell’emergenza coronavirus c’è quello che interessa la perdita del lavoro. Che succede con i disoccupati in questo periodo? Il decreto Cura Italia contiene alcune misure a tutela di chi rimane definitivamente a casa.

Per alcuni precari è prevista un’indennità di 600 euro relativa al mese di marzo, anche se il Governo ha già annunciato di volerla estendere anche ad aprile. Riguarda i lavoratori stagionali e del settore termale che hanno perso l’occupazione in modo involontario tra il 1° gennaio ed il 17 marzo 2020, sempre che in quella data non avessero iniziato una nuova attività. Gli interessati potranno richiederla non appena l’Inps avrà spiegato la modalità di fruizione.

La stessa indennità verrà erogata ai collaboratori coordinati continuativi e ai titolari di partita Iva, iscritti in via esclusiva alla gestione separata Inps e attivi al 23 febbraio. I 600 euro spetteranno pure ai lavoratori dello spettacolo con almeno 30 contributi giornalieri accumulati nel 2019 ed un reddito non superiore a 50mila euro. Infine, potrà accedere alla prestazione chi ha un contratto di collaborazione sportiva.

Previsto anche il Fondo per il reddito di ultima istanza. Si tratta di uno strumento per l’erogazione di misure di sostegno al reddito anche per i lavoratori dipendenti che hanno perso il lavoro a seguito dell’emergenza coronavirus. La dotazione (300 milioni di euro) potrebbe non bastare, quindi si attendono ulteriori indicazioni.

Ad oggi, non sono previsti per i disoccupati ammortizzatori e percorsi per il reinserimento specifici. L’unica decisione in merito riguarda l’estensione dei termini, da 68 a 128 giorni, entro i quali presentare la domanda di Naspi o Dis-coll. Tuttavia, restano sospesi per due mesi i termini per le misure relative all’assistenza per la ricerca attiva di un impiego.

Rimangono scoperte altre categorie, come ad esempio i dirigenti che sono sempre esclusi dal campo di applicazione della cassa integrazione ordinaria e dei Fondi di solidarietà, oppure i lavoratori impegnati all’estero in Paesi non convenzionati in toto o in parte con l’Italia. Esclusi anche i dipendenti assunti dopo il 23 febbraio 2020, cioè dopo l’inizio dell’emergenza. Per loro potrebbe intervenire il Fondo per il reddito di ultima istanza. Quel che è certo è che non possono beneficiare della tradizionale cassa integrazione, visto che non hanno i 90 giorni di anzianità necessari per fruire di questa prestazione.



24 Commenti

  1. Ma perché date notizie non completamente veritiere …
    Il decreto ha sospeso i termini di temporalità…quindi a far data retroattiva dal 23 febbraio tutti possono godere degli istituti di cui parliamo
    Berardo Pomes.

  2. io sono disoccupato da gennaio 2017 ho 66 anni in pensione dal 1.2.2021 quella di vecchiaia e differenza contributi per 24 anni. mi potrebbe spettare almeno i 600 euro al mese sempre se riusciamo a sopravvivere ……. mia moglie pure disoccupata da gennaio 2018 si vive con quei pochi risparmi conservati antecedentemente

    1. bella domanda …attualmente secondo lo stato….muori di FAME… poi se hai famiglia magari prima tenti il suicidio perche’ non puoi vedere i tuoi figli privi di tutto….
      piove sul bagnato mio caro

  3. LEONARDO DA MANTOVA 58 ANNI SONO DISOCCUPATO DA TANTO MIA MOGLIE E DA DUE MESI CHE GLI HANNO TOLTO IL REDDITO DI CITTADINANZA. ADESSO COME SI FA CHE DOBBIAMO STARE IN CASA PER IL VIRUS? SENZA I VIVERI E SENZA SOLDI? QUESTO E IL GOVERNO ITALIANO

  4. Mi chiamo Vincenzo e sono disoccupato. Ho 56 anni e non percepisco nessun reddito dal 16 Novembre 2019 data in cui ho finito di beneficiare della NASPI. Divorziato e padre di 3 figli maggiorenni di cui 2 dei quali studenti universitari non autosufficienti, premetto che per i suddetti devo corrispondere un assegno fisso mensile oltre alle altre spese extra degli stessi. Ho casa di proprietà con le mie spese giornaliere per la sopravvivenza, mi chiedo che contributo posso sperare di ricevere visto che nel decreto Cura Italia non è legiferato nulla che mi possa dare sostegno momentaneo dato il mio stato di inattività e quindi privo di ogni reddito? Sono impossibilitato a fare domanda del RDC, in quanto andrebbero indicati i redditi dell’anno 2018, data in cui ancora lavoravo e pertanto avevo a suo tempo un reddito che non mi permetterebbe di beneficiarne. Chiedo supporto ed aiuto a Voi. Grazie

  5. io sono disoccupato da tanto ma mi arrangiavo con qualche lavoretto santuario adesso che devo fare cosa devo aspettarmi

  6. io sono disoccupato da tanto ma mi arrangiavo con qualche lavoretto santuario adesso che devo fare cosa devo aspettarmi sto pensando di organizzare una banda di svariate centinaia di disoccupati e tocchera andare a raziare i l cibbo se nessuno ci aiuta

  7. io qui tra una settimana non o neanche piu il gas nella bonbola fino a mo nessuno a pensato a chi è disoccupato qui se non si muore di corona si miore di fame come me miliaia di disoccupati ormai cronici stanno come me se non peggio lo stato che fa che fara

  8. SOno disoccupato lavoravo in nero a desso colcoronavirus non ho più entrate come farò, ho un affitto da pagare, ho 65 anni mi chiamo Gianni

  9. Vi attaccate al tram ma mi raccomando di mantenere la distanza di sicurezza.
    A bologna cè un luogo chiamato la montagnola che potrebbe offrirvi un lavoro ben pagato ma vi dovete fare il culo!!!

    1. Che gente di M…..!
      Cinismo inutile e gratuito per affermare che in Italia abbiamo gente che vale meno dell’aria che respira.
      Alla montagnola ci porti il suo bel culo, che ne sa?, forse le potrebbe piacere.

  10. Scusate legali del sito, ma per chi è studente universitario DISOCCUPATO in toto.
    Visto il titolo di questo articolo:
    “COSA SUCCEDE A CHI E’ REALMENTE DISOCCUPATO DA TEMPO E NON PERCEPISCE NASPI O REDDITO DI CITTADINANZA/AMMORTIZZATORI???”

    Perché nel sito dell’INPS la categoria nostra è inesistente.

    1. Per i disoccupati non cambia nulla ovvero hanno le solite 2 scelte……..
      1 Diventare barboni
      2 andare a lavorare
      SE SI HA VOGLIA DAVVERO E CI SI ADATTA UN LAVORO LO SI TROVA SEMPRE!
      Meglio farsi il culo per 800 euro che non pigliare nulla.

      1. Non e’ vero!! Non si Trova nulla, anche se ti proponi per qualsiasi tipo di lavoro. Per una donna poi e’ piu’ difficile. Comunque certe risposte si potrebbero anche evitare .per rispetto di chi e’ veramente in difficolta’,me compresa, e non ha aiuto da questo governo; in questo momento difficile per tutti quanti.

      2. L’ha mai sentito il detto “La corda se la tiri troppo, prima o poi si spezza”.
        Oltre alle sue due opzione, ve ne è una terza.
        Se il numero di emarginati diventerà sempre maggiore, prima o poi sfoceranno in atti di guerriglia armata.
        Per alcuni, caro il mio cinico pseudo ricco, mentre in realtà sei una persona molto povera di spirito, sarà di gran lunga preferibile la morte ammazzando gente come te che diventare un barbone.
        Le prevengo la risposta, Li arresteranno poiché la loro forza armata sarà niente a confronto di quella repressiva dello stato, e verranno anche condannati, in galera, ove ogni detenuto costa allo stato 400 euro al giorno.
        Tanto vale che se gli danno un aiuto economico prima, spenderebbero molto meno.

      3. Io opterei per la 3 risposta…Andarsene via…chi scappa vince!!! Chi e troppo orgoglioso rimane nella fame…semplice.

    2. Io sono nella stessa tua situazione…disoccupato dal 2014, ho 53 anni ho un divorzio, mi sono risposato ho la seconda moglie che lavora nel pubblico, dal suo stipendio la mia 1° moglie usufruisce del mantenimento per la mia 1° figlia, e con la differenza facciamo molta fatica, non ho mai provato a richiedere il reddito di cittadinanza, preferirei avere un lavoro, PIU’ DIGNITOSO, ma se continua così sarò costretto a chiederlo…insomma per i 50enni questo governo pare non faccia nulla categoria lasciata in abbandono, dove magari molti sarebbero ancora utili per insegnare visto la loro esperienza acquisita in campo operativo…non ho altro da aggiungere.
      Mario G

  11. 56anni 2 anni fa ultima naspi .convivente piccola libera professionista al momento con il covid senza lavoro .2 figli minorenni mi spetta qualcosa o vado a rubare ?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube