Questo sito contribuisce alla audience di
Diritto e Fisco | Articoli

Coronavirus: mette a rischio polizze vita e buoni postali?

23 Marzo 2020
Coronavirus: mette a rischio polizze vita e buoni postali?

Ho investito in buoni fruttiferi postali e in una polizza vita. Sono investimenti a rischio a causa della crisi determinata dal coronavirus?

La crisi attuale determinata dal coronavirus è inedita e gli sviluppi non sono prevedibili soprattutto per quello che riguarda i tempi necessari per una ripresa dell’ordinaria attività produttiva ed economica in genere.

Tuttavia, gli Stati (soprattutto gli Stati con economie avanzate come l’Italia e come la gran parte dei Paesi dell’Unione europea) hanno una solida potenzialità di risposta a rischi come questi.

In ogni caso, per quello che riguarda la sua posizione particolare occorre dire che:

  • per quello che riguarda i buoni fruttiferi postali i rischi sono assai contenuti poiché li garantisce direttamente lo Stato; lo Stato, cioè, garantisce direttamente il rimborso degli investimenti. Ciò vuol dire che se lei non chiedesse oggi la restituzione del capitale investito, ma la chiedesse più avanti non ci sarebbero sostanziali cambiamenti perché la garanzia dello Stato rende praticamente certa la restituzione del capitale investito (tenga conto che il fallimento dello Stato, il cosiddetto “default” è un rischio praticamente inesistente in quanto l’Italia non solo è un’economia solida, ma è anche tutelata dalle enormi potenzialità di soccorso dell’Unione europea che spesso vengono ignorate);
  • per ciò che riguarda gli investimenti su polizze vita valuti che le polizze vita possono essere a capitale garantito (polizze del ramo I destinate a clienti dal basso profilo di rischio che gestiscono il loro risparmio con finalità conservativa); se la sua polizza vita fosse a capitale garantito ciò vorrebbe dire che essa le garantisce la restituzione a certe scadenze, o in caso di decesso, di una determinata percentuale delle somme versate. Questa garanzia deriva dal fatto che le somme versate in questo tipo di polizza sono investite in uno specifico portafoglio (appunto la gestione separata) creato dalla stessa compagnia e che la compagnia stessa si obbliga, per legge, a tutelare da qualsiasi eventuale rischio di insolvenza, garantendone salvaguardia e rivalutazione nel tempo. In sostanza le somme investite nella gestione separata non partecipano al rischio di perdite. Se, invece, la sua polizza non fosse una polizza vita del Ramo I, ma una unit o index linked del Ramo III, il rischio sarebbe più elevato poiché naturalmente (e non solo in questo specifico momento) questi prodotti sono destinati a chi desidera investire tendendo a profitti più alti, ma contemporaneamente accettando un rischio più elevato (anche quello di perdere il capitale investito): per queste polizze vita non c’è la gestione separata e, quindi, il capitale versato viene investito dalla compagnia in prodotti anche molto rischiosi che sono soggetti a tutte le fluttuazioni del mercato senza alcuna garanzia per l’investitore.

Detto questo, il rischio relativamente ai prodotti in suo possesso è davvero minimo per i buoni fruttiferi postali e per la polizza vita se si trattasse di una polizza Ramo I; se invece la sua polizza vita fosse una polizza di Ramo III, il rischio sarebbe maggiore e potrebbe verificare, assieme al suo consulente finanziario e al funzionario della banca presso cui ha sottoscritto la polizza, la possibilità e la convenienza di chiedere un riscatto anticipato e, quindi, estinguere il rapporto (il riscatto è possibile alle condizioni contrattuali indicate in polizza: di solito occorre aver già pagato due o tre annualità del premio per poterlo chiedere).

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube