Coronavirus: come fare sport in casa con i bambini

20 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: come fare sport in casa con i bambini

Trenta minuti al giorno per migliorare la coordinazione dei movimenti; stimolare il linguaggio e l’apprendimento.

In attesa di capire se ci sarà una stretta del Governo sulle attività fisiche all’aperto, l’Istituto superiore di sanità ha rilasciato un vademecum per far fare ‘sport’ e giochi ai bambini costretti a restare a casa ma che hanno comunque bisogno di muoversi e divertirsi. La prima parte, pubblicata oggi, è rivolta ai bambini da 0 a 5 anni.

“Per i neonati sotto l’anno di età, gli esperti consigliano 30 minuti di gioco-attività fisica al giorno; per i bambini nella fascia d’età 1-2 anni i minuti al giorno salgono a180; per chi invece è più grande 3-4 anni sempre 180 minuti al giorno ma con 60 minuti dedicati ad una attività da moderata a vigorosa”, evidenziano gli esperti.

“Per i più piccoli da 0 a 6 mesi sono consigliati giochi davanti allo specchio. Quando già sono in grado di camminare si possono inventare giochi sull’imitazione degli animali e percorsi di psicomotricità, come superare un ostacolo”, sottolineano gli esperti dell’Iss.

“Alcune attività sono invece adatte a tutte le fasce d’età: ballo, salti, capriole, stretching, per migliorare la coordinazione dei movimenti; la musica per favorire il movimento e la coordinazione, stimolare il linguaggio e l’apprendimento; il disegno e la manipolazione con paste modellabili per stimolare la creatività, la motricità e gli aspetti sensoriali. E poi la lettura comune ad alta voce e poi autonoma per stimolare il linguaggio, l’apprendimento e l’interazione”, si legge nel vademecum.

Il vademecum dell’Istituto superiore di sanità 

Ecco i consigli dell’Iss:

  • da zero a 6 mesi: ballare con il proprio bambino in braccio facendo attenzione a sorreggergli la testa con le mani.
  • da 6 a 12 mesi: favorire il gioco libero su un tappetino morbido perstimolare la motricità e il contatto corporeo con altri oggetti e persone.
  • da 12 a 24 mesi: incoraggiare il bambino a mimare le movenze del mondo animale: strisciare come un serpente, saltare come una rana, camminare come un cane a quattro zampe. Far muovere il bambino a piedi nudi in casa invitandolo ad attraversare/superare alcuni ostacoli, come ad esempio cubi di legno, scatole, tappeti morbidi, cilindri
  • a 24 a 36 mesi: far camminare il bambino, un piede dietro l’altro, su delle strisce di nastro adesivo attaccate sul pavimento; volendo si può chiedere di grattarsi la testa o camminare ad occhi chiusi. Allestire un bowling casalingo con bottiglie del latte e palline da tennis. Incollare sul pavimento delle strisce di nastro adesivo a una certa distanza. Su ogni striscia porre l’immaginedi un animale che salta (la rana, il canguro, ecc.); il bambino dovrà imitare il tipo di salto per raggiungere la striscia successiva.
  • a 3 a 4 anni: saltare la corda: con un tappeto morbido e una corda creare un ostacolo da saltare. Gioco dell’alligatore: spargere alcune ‘isole’ o ‘barche’ sul pavimento (usando cuscini, libri) e far saltare i bambini da un oggetto all’altro per non cadere ‘nell’acqua’ rischiando di essere mangiati dall’alligatore affamato. Gioco dello specchio: porsi di fronte al bambino e invitarlo a copiare i movimenti che vede fare: allunga le braccia verso il cielo, corri sul posto, imita una scimmia. Cambiare ruolo e imitare le movenze rappresentate dal bambino. Organizzare una caccia al tesoro domestica che cerchi di coprire tutti gli ambienti della casa.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube