Colori per tatuaggi, attenzione a quelli pericolosi

20 Marzo 2020
Colori per tatuaggi, attenzione a quelli pericolosi

Due pigmenti ritirati dal commercio in due giorni dal ministero della Salute: potevano provocare cancro o allergie.

Tinture per tatuaggi: due avvisi di richiamo in due giorni da parte del ministero della Salute. Benché in piena emergenza coronavirus, non si fermano i controlli su prodotti alimentari e non, per verificarne la conformità alle norme di sicurezza nazionali e comunitarie.

In questi giorni il dicastero guidato da Roberto Speranza ha ritirato dal commercio due tipi di inchiostri utilizzati per colorare i tatuaggi. Nel mirino, con apposito avviso di allarme ai consumatori diramato oggi, il pigmento per tatoo “Plum” a marchio statunitense “Eternal link”, lotto 10/04/18, boccetta di colore viola e scadenza 04/10/2021. Il rischio è di tipo “allergogeno”: l’inchiostro in questione, infatti, avrebbe dei valori di nichel e rame troppo elevati rispetto alle normative, col rischio quindi di causare allergie. “Gli articoli – si legge sull’avviso – sono stati sottoposti a divieto di commercializzazione, ritiro e richiamo dal ministero della Salute”.

Un altro pigmento era stato ritirato dal commercio ieri. Si tratta di un pigmento di colore rosso, chiamato “Red cherry”, marca Intenze, lotto SS271 e scadenza 30/04/2023. In questo caso il rischio era di tipo “chimico/cancerogeno”: analisi specializzate hanno documentato presenza di anisidina all’interno del pigmento. Una sostanza, l’anisidina, che può provocare il cancro.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube