Diritto e Fisco | Articoli

Coronavirus: novità sugli orari dei supermercati

21 Marzo 2020
Coronavirus: novità sugli orari dei supermercati

Crescono le file ai supermercati: la Protezione civile spiega come evitare il contagio del Covid-19.

A seguito dell’emergenza sanitaria del coronavirus, cambiano gli orari dei supermercati. I centri commerciali, i supermercati e i negozi di alimentari resteranno aperti anche il sabato e la domenica.

La raccomandazione resta quella di andare a fare la spesa un solo componente per nucleo familiare, per il minor numero di volte e il minor tempo possibili.

Alcuni governatori hanno richiesto limitazioni che non sono state accolte dal governo nella convinzione che la chiusura avrebbe aumentato la presenza negli orari di apertura.

Ad esempio, in Veneto, il governatore Luca Zaia ha imposto la chiusura domenicale di tutti i negozi di alimentari e supermercati, in quanto occorre “un giorno di calo della tensione, per evitare assembramenti davanti ai supermercati la domenica e per dare respiro anche agli addetti della grande distribuzione, alcuni dei quali sono risultati positivi al coronavirus, non permettendo quindi un giusto turn over ai colleghi”.

Limitazione orari di apertura e di chiusura

Durante la conferenza stampa alla Protezione civile, è emersa una domanda sulla limitazione degli orari di apertura e chiusura degli esercizi commerciali di genere alimentare. A tal proposito, il commissario per l’emergenza coronavirus Angelo Borrelli ha spiegato che: “Credo che bisogna evitare gli assembramenti. Quindi personalmente ritengo che se l’orario dei supermercati è più ampio si riduce anche la concentrazione delle persone, quindi eventuali code e disagi”.

In una nota riportata dall’agenzia di stampa Adnkronos, Borrelli sottolinea che “Sicuramente quello che dobbiamo fare nel nostro Paese è avere una uniformità di comportamento. Ogni nostro concittadino, dalle Alpi alla Sicilia, deve sapere che per andare a fare la spesa ci sono degli orari, siano essi più lunghi o più corti, in cui poter andare. Credo dunque che misure uniformi rendono a tutti quanti più agevole la vita”.

Distanziamento nei supermercati

“Il distanziamento è la chiave di lettura. Devo dire, che da romano d’adozione, visto che da alcune settimane sono fisso a Roma – aggiunge il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro in conferenza stampa con Borrelli – vedo che davanti ai supermercati ci sono file molto lunghe ma le persone sono distanziate. Un atteggiamento che apprezzo. Certamente è una fatica fare la coda, certamente un disagio ma garantire il distanziamento credo che sia il migliore esempio. Poi si può discutere anche delle misure ma questo è quello che dobbiamo fare, l’atteggiamento giusto da adottare”.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube