Diritto e Fisco | Articoli

Come disdire assicurazione auto

4 Giugno 2020
Come disdire assicurazione auto

Cambiare la propria compagnia assicurativa: quando e come fare la disdetta.

Immagina di non essere per nulla soddisfatto della tua compagnia assicurativa. Hai fatto un incidente stradale e non hai ricevuto alcuna forma di assistenza. Di recente, quindi, hai trovato un’offerta vantaggiosa e vorresti cambiare il prima possibile. Quindi, ti chiedi: come disdire l’assicurazione auto? Quali sono i tempi? C’è un costo da sostenere? Quali documenti occorre presentare? Devi sapere che oggi la procedura è molto semplice, in quanto non esiste più il tacito rinnovo. In buona sostanza, è sufficiente attendere la scadenza annuale del contratto per essere liberi di sottoscrivere una nuova polizza con una diversa compagnia. Se l’argomento ti interessa, allora ti consiglio di proseguire nella lettura del seguente articolo.

Assicurazione auto: cos’è?

Sicuramente, sai bene che per poter circolare su strada, la tua auto deve essere dotata di un’assicurazione per la responsabilità civile (RCA). In questo modo, sei tutelato in caso di danni materiali e fisici provocati a terzi a seguito di sinistri stradali. Quindi, se la tua macchina possiede una regolare polizza RCA, gli eventuali danni causati da un incidente saranno risarciti dalla compagnia assicurativa nei limiti previsti da un massimale, vale a dire una cifra massima (concordata nel momento in cui sottoscrivi il contratto) che l’assicurazione si impegna a risarcire.

L’assicurazione RC auto è un obbligo previsto dalla legge che se violato comporta il sequestro del veicolo.

Assicurazione auto: quanto dura?

Il contratto con l’assicurazione dura 12 mesi e non è più previsto il tacito rinnovo, cioè quella clausola con cui la polizza si rinnova automaticamente ad ogni scadenza, salvo disdetta da parte dell’assicurato. In passato, quindi, se avevi intenzione di svincolarti dalla tua assicurazione dovevi ricordarti della scadenza ed inviare la disdetta alla compagnia assicurativa entro i termini fissati nel contratto. Altrimenti, la polizza si rinnovava per un altro anno. 

Ora, invece, succede che alla sua scadenza naturale, la polizza si estingue, e l’assicurato è libero di cambiare compagnia assicurativa, salva la possibilità di volerla rinnovare per un uguale periodo.

Come disdire assicurazione auto 

Se hai necessità di disdire l’assicurazione auto, allora devi aspettare, come già detto, la scadenza naturale del contratto. Altrimenti, si tratta di recesso anticipato e devi pagare una penale.

La disdetta anticipata, tuttavia, è ammessa in caso di vendita, rottamazione, furto o incendio della vettura oppure per decesso dell’intestatario della polizza o ancora in caso di comportamento scorretto da parte della compagnia assicuratrice (come, ad esempio, l’aumento del premio). In tutte queste ipotesi, la disdetta anticipata è possibile senza pagare alcuna penale e con la possibilità di richiedere alla compagnia assicurativa l’intero importo del premio non goduto. Ovviamente, occorre inviare i documenti che dimostrino una delle suddette ipotesi.

Per cambiare assicurazione, invece, non occorre alcuna disdetta, ma è sufficiente firmare il contratto con la nuova compagnia, in quanto la polizza precedente cessa in automatico al compimento del dodicesimo mese. Il nuovo assicuratore potrà ottenere l’attestato di rischio elettronico, ossia il documento da cui si evince la classe di merito e la presenza di eventuali sinistri che coinvolgono il veicolo, da una banca dati online.

Può capitare che oltre all’assicurazione RC auto, tu abbia sottoscritto anche delle garanzie aggiuntive, come ad esempio la polizza Kasko o quella contro atti vandalici. Devi sapere che per quest’ultime, la legge consente ancora il rinnovo automatico. Questo vuol dire che se, alla scadenza della polizza, non provvedi ad effettuare una disdetta almeno 60 giorni prima (a meno che non sia previsto un termine diverso), il contratto si rinnoverà automaticamente per un altro anno. Ti faccio un esempio.

Alla scadenza del contratto, Tizio decide di cambiare compagnia assicurativa. Tuttavia, gli sfugge di aver stipulato, in un contratto a parte, la polizza cristalli. In tal caso, continuerà a pagare il premio previsto per la garanzia aggiuntiva alla precedente assicurazione.

Quindi, nel caso in cui tu abbia stipulato, oltre la RC auto, anche una polizza accessoria, sappi che occorre fare una disdetta inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno alla propria compagnia assicurativa. Nella disdetta, devi indicare la polizza che intendi disdire, il numero, la data, l’oggetto e la scadenza.

Per concludere, possiamo sintetizzare nel seguente modo:

  • se intendi disdire l’assicurazione RC auto non occorre alcuna disdetta (a meno che non si tratta di motivi giustificati come incendio, furto, vendita veicolo, ecc. in cui è consentita la disdetta anticipata), ma devi attendere la scadenza naturale del contratto non essendoci più il tacito rinnovo;
  • se intendi disdire una polizza aggiuntiva, la legge ammette ancora il tacito rinnovo, quindi, devi inviare la disdetta all’assicuratore, secondo i termini e le modalità presenti nel contratto e comunque 60 giorni prima della scadenza.

Assicurazione auto: il diritto al ripensamento 

Oggi, è sempre più frequente stipulare una polizza RC auto online (quindi, a distanza). In tal caso, la legge ti concede 14 giorni dalla data di ricezione dei documenti assicurativi, per ripensarci e decidere di cancellare la polizza. Il motivo del ripensamento non è importante, ma è necessario:

  • informare la compagnia con la quale hai sottoscritto la polizza;
  • inviare una raccomandata con cui dichiari che non si sono verificati incidenti;
  • restituire i documenti assicurativi originali tramite raccomandata.

A differenza della disdetta, quindi, il ripensamento è un diritto del consumatore che consente di recedere da un contratto, entro un termine preciso, senza pagare alcuna penale.

Attenzione: la polizza stipulata online deve avere una durata complessiva superiore a sei mesi, altrimenti non puoi esercitare il diritto al ripensamento.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube