Diritto e Fisco | Articoli

I fratelli hanno diritto ad una quota di eredità?

24 Marzo 2020 | Autore:
I fratelli hanno diritto ad una quota di eredità?

Se ai fratelli e alle sorelle del defunto spetta per legge una parte del suo patrimonio

Quando si parla di eredità ci si trova sempre di fronte ad un tema delicato. La tristezza del momento, causata dalla separazione dagli affetti più cari, spesso impedisce di avere quella lucidità comunque sempre necessaria in ogni momento della vita. La scomparsa del consorte, come quella dei genitori o di un figlio, costituisce un momento di grande dolore ma nello stesso tempo incombono altrettanti doveri legati innanzitutto alla successione del caro estinto. La prima cosa di cui accertarsi sarà capire se la persona venuta a mancare abbia o meno lasciato un testamento. Se un testamento non c’è, allora sarà la legge a stabilire a quali persone ed in quale proporzione spetteranno i beni del defunto. In questo caso si parla di successione legittima, quella cioè in cui è la legge ad individuare gli eredi e le quote che ad essi spettano. Se invece un testamento esiste, allora dovremo parlare di successione testamentaria. Ed in questo caso sarà il testamento (cioè la volontà del defunto) a stabilire le persone che erediteranno i beni dell’estinto ed anche le rispettive quote nel rispetto, in ogni caso, delle cosiddette quote di legittima che spettano necessariamente al coniuge ed ai figli. Fatta questa premessa, nel presente articolo ci occuperemo di capire se i fratelli hanno diritto ad una quota di eredità. Verificheremo se ai fratelli e alle sorelle spetti di diritto una parte dell’eredità del congiunto estinto sia nel caso in cui sia stato fatto testamento, sia nel caso in cui il defunto non abbia lasciato le sue ultime volontà.

Ai fratelli spetta una quota di eredità in mancanza di testamento?

Se il defunto non ha lasciato un testamento si parla, come abbiamo indicato nell’introduzione, di successione legittima.

Questo vuol dire che se non c’è testamento, se non esistono le ultime volontà della persona estinta, è la legge che determina chi siano gli eredi e quali siano le rispettive quote di eredità.

Ai fratelli e alle sorelle spetta in quest’ipotesi una quota di eredità?

Diciamo che se manca un testamento:

  • ai fratelli e alle sorelle non spetta nulla se il defunto lascia dei figli (anche solo un figlio);
  • se il defunto non lascia figli, ma lascia solo il coniuge, ai fratelli e alle sorelle del defunto spetta un terzo dell’eredità (un terzo che i fratelli e le sorelle del defunto, se sono più di uno, si divideranno in parti uguali);
  • se il defunto non lascia figli, ma lascia il coniuge e i suoi genitori, ai fratelli e alle sorelle e ai genitori del defunto spetta un terzo dell’eredità (ma ai genitori del defunto spetta comunque un quarto e, quindi, ai fratelli e alle sorelle del defunto resta un terzo meno un quarto che corrisponde ad un dodicesimo dell’eredità);
  • se il defunto non lascia né figli né coniuge, ma solo i suoi genitori, l’eredità si divide in parti uguali tra fratelli, sorelle e genitori del defunto, ma ai genitori spetta almeno la metà dell’eredità;
  • se il defunto lascia solo fratelli e sorelle, ad essi spetta tutta l’eredità da dividersi in parti uguali.

Se Mario, che non ha figli, lascia due fratelli e la moglie, ai fratelli spetterà un terzo dell’eredità da dividersi in parti uguali e, perciò, a ciascun fratello spetterà un sesto dell’eredità

La presenza di figli del defunto esclude fratelli e sorelle da ogni quota di eredità

Ai fratelli e sorelle spetta una quota di eredità se c’è testamento?

Nel caso in cui il caro estinto abbia lasciato un testamento, egli potrà liberamente disporre della sua eredità rispettando alcuni limiti.

Egli potrà destinare la sua eredità a chiunque voglia, ma sarà obbligato a destinare alcune quote (le cosiddette quote di legittima) ad alcuni parenti (chiamati legittimari) che sono il coniuge, i figli e i genitori del defunto (ai genitori spetta una quota solo se il defunto non abbia lasciato figli).

Questo vuol dire che ai fratelli e alle sorelle non spetta per legge nessuna quota di eredità se il defunto abbia scritto testamento.

Se perciò una persona scrive testamento, può escludere fratelli e sorelle dalla propria eredità e i fratelli e sorelle del defunto non potranno in alcun modo pretendere una quota dell’eredità (non potranno cioè chiedere nemmeno al giudice di farsi riconoscere una parte dell’eredità).

Ovviamente se il defunto vorrà, potrà sicuramente lasciare ai propri fratelli e sorelle delle quote di eredità (rispettando le quote di legittima spettanti a figli e coniuge), ma i fratelli e le sorelle non hanno diritto ad alcuna quota e non potranno in nessuna maniera pretendere o agire nei confronti degli altri eredi se a loro nel testamento non è toccato nulla.

Se Mario, che non ha figli, né coniuge, né genitori, ma ha tre fratelli e una sorella, nel suo testamento lascia tutto ad un nipote (figlio di un fratello) oppure ad un estraneo, i fratelli e la sorella non potranno pretendere nulla

I fratelli e le sorelle non hanno diritto ad alcuna quota di eredità se il loro congiunto fa testamento

 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

3 Commenti

  1. il defunto a il diritto di fare un testamento solo a favore delle sorelle e esclutere i fratelli

    1. Ti consigliamo la lettura dei seguenti articoli:
      -Come escludere fratelli e sorelle dall’eredità https://www.laleggepertutti.it/353630_come-escludere-fratelli-e-sorelle-dalleredita
      -Come evitare liti tra fratelli per eredità https://www.laleggepertutti.it/422384_come-evitare-liti-tra-fratelli-per-eredita
      -Fratello privilegiato nel testamento: come chiedere equa ripartizione https://www.laleggepertutti.it/198023_fratello-privilegiato-nel-testamento-come-chiedere-equa-ripartizione
      -Liti tra fratelli per eredità https://www.laleggepertutti.it/332272_liti-tra-fratelli-per-eredita
      -Lasciare in eredità la casa ai fratelli senza ledere la legittima https://www.laleggepertutti.it/272582_lasciare-in-eredita-la-casa-ai-fratelli-senza-ledere-la-legittima
      -Si può diseredare una sorella o un fratello? https://www.laleggepertutti.it/217166_si-puo-diseredare-una-sorella-o-un-fratello
      -Come si calcolano le quote dell’eredità https://www.laleggepertutti.it/186793_come-si-calcolano-le-quote-delleredita

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube