È ancora allarme pesticidi nelle bacche di goji

24 Marzo 2020
È ancora allarme pesticidi nelle bacche di goji

Nuovo avviso di richiamo dal ministero della Salute per rischio chimico: sostanze dannose presenti in alcuni lotti di prodotto, ritirati dal mercato.

Ancora bacche di goji nel mirino. Il ministero della Salute ha provveduto oggi a ritirare dal mercato alcuni lotti di frutti rossi a marca “Zig” della Zenone Iozzino srl.

Lo stabilimento di produzione è in via Castellammare a Gragnano, provincia di Napoli. Tre i lotti di prodotto, contenuti in buste da un chilo, mezzo chilo e cinque chili, per i quali è scattato l’avviso di richiamo per rischio chimico da parte del dicastero di Roberto Speranza; sono i numeri 19/308, 19/245 e 19/206, con scadenza 30 dicembre 2020.

Il rischio chimico, secondo le analisi eseguite dai tecnici, starebbe nelle quantità di esaconazolo e carbofuran superiori ai limiti consentiti. Si tratta di due insetticidi dannosi per la salute.

Per il frutto rosso che tanti benefici apporta al nostro organismo, non è il primo avviso di richiamo del ministero, con conseguente ritiro dal commercio dei lotti incriminati. Solo una decina di giorni fa ce n’era stato un altro, per numerosi lotti di bacche, prodotti in provincia di Rovigo, pericolosi per lo stesso motivo: contenevano pesticidi in sovrappiù.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube