Tech | Articoli

Aprire un negozio online: le nuove possibilità su eBay

24 Marzo 2020
Aprire un negozio online: le nuove possibilità su eBay

Gli incentivi e le promozioni offerte dalla piattaforma di e-commerce per i venditori e i nuovi iscritti: 12 mesi gratuiti per i negozi standard, 6 mesi per i premium.

Lo avevamo anticipato in Commercianti: come vendere in tempo di Coronavirus e ora sono arrivate nuove possibilità su eBay per chi, a causa della forzata chiusura della propria attività commerciale durante l’emergenza Coronavirus, desidera aprire un negozio online.

L’e-commerce, il commercio elettronico, costituisce un fondamentale strumento per sostenere le imprese e non solo durante le crisi economiche come quella attuale. Ne è consapevole anche il Governo, che nel decreto del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dell’11 marzo scorso ha espressamente previsto che il commercio al dettaglio può proseguire via internet anche durante i periodi di chiusura dei negozi fisici (per ora stabiliti fino al prossimo 3 aprile ma che con ogni probabilità verranno prorogati ulteriormente).

Le imprese che commerciano prodotti al dettaglio possono, quindi, continuare la propria attività online, garantendo sempre il pieno rispetto dei necessari requisiti igienico sanitari.

Ora, la nostra agenzia stampa Adnkronos ci riporta le misure adottate da eBay per andare incontro alle esigenze dei propri venditori che già operano sul canale e per aiutare le imprese che decidono adesso di aprirsi all’online.

Per tutte le imprese italiane che non hanno un canale e-commerce, eBay mette a disposizione una serie di webinar gratuiti nel proprio canale YouTube dove gli esperti del marketplace offrono supporto nell’apertura di un’attività online e insegnano come cogliere le opportunità che, in generale, questo mercato può offrire.

Inoltre, per le imprese che vogliono aprire un negozio sul marketplace, eBay offre 12 mesi gratuiti per il negozio standard e 6 mesi gratuiti per il negozio Premium. In questo modo, i nuovi venditori non incorreranno in spese fisse per un periodo di tempo, agevolando economicamente il loro ingresso nel mercato online.

Per quanto riguarda le oltre 35.000 imprese italiane che già operano sulla piattaforma, eBay sta mettendo a punto un piano di proroga di 30 giorni dei termini di pagamento di alcune tariffe di vendita per tutti i venditori professionali. In questo modo, sarà garantita la flessibilità necessaria per sostenere le attività e i flussi di cassa in questo momento difficile.

Inoltre, il livello che un venditore ha ottenuto fino a questo momento grazie alla sua attività all’interno della piattaforma non verrà influenzato dall’attività nel periodo che va dal 20 febbraio al 20 maggio. Vale a dire che eventuali ritardi nella consegna  o annullamento degli ordini causati dall’emergenza in corso non verranno conteggiati all’interno della performance del venditore, cosicché il suo livello non subirà alcuna ripercussione negativa.

EBay invita però “tutti i venditori a informare i propri clienti in caso di ritardi o difficoltà nell’evasione degli ordini, mantenendo una comunicazione aperta e trasparente.

“In questo momento in cui tutti siamo posti di fronte a grandi sfide, la priorità di eBay è quella di essere vicino ai propri venditori e offrire tutto il supporto necessario per far sì che il business di chi opera attraverso la piattaforma possa risentire il meno possibile di questa emergenza. Inoltre, vogliamo aiutare tutte le piccole e medie imprese italiane che desiderano aprirsi al mercato online a farlo nel modo giusto e gettare le basi per creare uno spazio online che possa essere un supporto per la loro attività nel lungo periodo”, afferma Sara Cendaroni, di eBay in Italia.

Infine, eBay sta lavorando a una serie di ulteriori misure specifiche per il mercato italiano, in modo da offrire supporto continuo ai propri utenti in questo momento di difficoltà.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube