Cronaca | News

Coronavirus, attenti a comprare farmaci e mascherine online

24 Marzo 2020
Coronavirus, attenti a comprare farmaci e mascherine online

L’allarme proviene dall’Unione europea. La presidente della Commissione Ursula Von Der Leyen invita a restare a casa e mette in guardia sulle truffe del web.

Stavolta è direttamente la presidente della Commissione europea Ursula Von Der Leyen a mettere in allerta sui rischi di Internet. In un videomessaggio pubblicato su un social network ha invitato a “pensarci due volte”, prima di acquistare medicinali o dispositivi di protezione individuali in Rete, perché il raggiro è sempre dietro l’angolo e la pandemia lo rende ancor più probabile.

Le sue parole circolate sui social vengono riportate da una nota dell’agenzia di stampa Adnkronos. Proprio per il particolare momento di emergenza che stiamo vivendo, le truffe telematiche sono in aumento, afferma VonDer Leyen: colpa di chi, anziché pensare a come semplificare il problema, lo complica. Parliamo dei “falsari del web”, che diffondono incertezza e panico attraverso fake news, o di coloro che cercano di lucrare sull’epidemia. Von Der Leyen si sofferma in particolare su questi ultimi, sottolineando come l’articolo sanitario più venduto oggigiorno per via telematica siano le “mascherine chirurgiche contraffatte“.

“Per ridurre la diffusione del Coronavirus – dice la presidente della Commissione Ue – dobbiamo semplicemente restare a casa. Non possiamo andare in giro, incontrare altre persone, socializzare. Pertanto, la gente fa telelavoro e passa molto tempo online“.

“Purtroppo – aggiunge – i criminali se ne approfittano: ci seguono online e sfruttano le nostre preoccupazioni per il virus. La nostra paura diventa la loro opportunità per fare affari: secondo le nostre agenzie Ue, la quantità di crimini informatici nell’Unione è cresciuta”.


1 Commento

  1. …Tant’è vero che i malfattori proprio oggi ne hanno inventata un’altra. E anche a me nessuno toglie dalla testa che “dietro” ci sia la “distrazione da pandemia”! Per i criminali ogni occasione per “colpire” è buona, anche il Covid-19… Dunque: vi arriva una mail “firmata” Hera (società distributrice di Gas luce acqua in Emilia Romagna) in cui si invita il destinatario a contattare il n. tel.co 342 411 26 27 per attivare il servizio di autolettura del Gas comunicandola motu proprio! Se vi dovesse capitare di ricevere la mail da questa “finta Hera”, NON RISPONDETE e BUTTATE LA MAIL NEL CESTINO; Hera utilizza un altro sistema per acquisire la lettura del Gas. La mail è anche riconoscibile ictu oculi in quanto il n. Utente destinatario della mail è FASULLO (il proprio gli Utenti Hera lo possono controllare a pag.3 della Bolletta); invece quello riportato da questi truffatori non corrisponde a quello che la Hera attribuisce all’Utente al momento della stipula del contratto! QUINDI, amici cari, OCCHI APERTI!!! Questa gentaglia è da affossare senza indugi…

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube