Coronavirus: si può sospendere l’assicurazione auto?

25 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: si può sospendere l’assicurazione auto?

Il nuovo decreto ha stabilito una proroga automatica di validità di 30 giorni oltre la scadenza; ma le polizze possono essere interrotte solo se il contratto lo prevede.

Con le restrizioni agli spostamenti dovute all’emergenza Coronavirus molti italiani stanno tenendo ferma la propria autovettura, ma intanto l’assicurazione auto continua a decorrere. Così ti stai chiedendo se si può sospendere la polizza in questo periodo, almeno fino a quando non sarà consentito di riprendere a circolare liberamente, anziché, come avviene ora, solo per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute o casi assoluta necessità.

Il Decreto Cura Italia varato dal Governo la scorsa settimana ha previsto un ventaglio di misure economiche per famiglie, lavoratori e imprese tra le quali [1] c’è anche la proroga di ulteriori 15 giorni del periodo di validità della polizza Rc auto dopo la scadenza. In questo modo il termine base – che era già di 15 giorni – raddoppia e viene esteso a 30 giorni complessivi, entro i quali potrai circolare anche se l’assicurazione nel frattempo è scaduta.

L’estensione opera in via automatica, in quanto è prevista direttamente dal Decreto e non c’è bisogno di presentare un’apposita richiesta dell’assicurato alla propria compagnia assicuratrice. Si tratta, infatti, di un prolungamento del periodo di validità consentito dalla legge oltre la scadenza [2] ed entro il quale la compagnia assicurativa è tenuta a mantenere operante la garanzia di copertura dai rischi di circolazione che comportano responsabilità civile in caso di incidenti, la Rc auto stabilita con il contratto assicurativo.

È la nota “tolleranza” che mantiene efficace la polizza Rc auto per un periodo anche oltre la sua scadenza e che in via generale opera per i 15 giorni successivi, che adesso, in emergenza Coronavirus, arrivano a 30 per effetto delle nuove norme introdotte dal Decreto Cura Italia. In questo periodo il mezzo è coperto da assicurazione in caso di sinistri e può quindi circolare regolarmente.

Questo varrà fino all’effetto della successiva polizza. Il rinnovo potrà essere fatto con la stessa compagnia, ma in tal caso la data di decorrenza partirà da quella di scadenza della polizza originaria, senza tener conto della proroga di 30 giorni e quindi non si otterranno benefici concreti in termini di premio, che andrà pagato per l’intero periodo; se invece si cambia assicurazione, la nuova polizza inizierà ad avere efficacia di copertura a partire dalla data della stipula e in questo modo, di fatto, il cittadino avrebbe beneficiato di una sospensione durata nei 30 giorni precedenti, durante i quali ha fruito dell’assicurazione precedente senza sostenere costi aggiuntivi. Ma c’è da considerare che cambiare compagnia potrebbe far perdere eventuali condizioni contrattuali più favorevoli concesse in precedenza, che potrebbero essere più vantaggiose rispetto alle nuove, come ad esempio le tariffe bloccate anziché quelle correnti e più care.

La disposizione del Decreto però riguarda solo le polizze scadute alla data di entrata in vigore della norma o in prossima scadenza fino al 31 luglio 2020. Inoltre, l’estensione a 30 giorni non ha effetto per le garanzie accessorie e aggiuntive, come il furto e l’incendio o gli infortuni del conducente, salvo che le compagnie lo consentano espressamente; alcune di esse stanno operando in favore dei propri clienti anche questa estensione.

Le nuove norme non hanno introdotto, invece, nessuno strumento di sospensione della polizza assicurativa in corso, ma questa può essere richiesta, sia per le auto che per le moto, se è prevista nel contratto.

Ricorda che l’auto deve essere coperta da assicurazione anche se è ferma ma parcheggiata sulla pubblica via. Inoltre, si possono sospendere le polizze che hanno una validità residua non inferiore a 30 giorni, salve diverse condizioni praticate dalle singole compagnie. La sospensione è possibile se si è certi di non utilizzare il veicolo che si trova parcheggiato in aree private e non aperte al pubblico. Infatti quando la polizza è sospesa il veicolo non può circolare. Leggi come sospendere l’assicurazione auto e, più in generale, come risparmiare sull’assicurazione auto.


note

[1] Art. 125 D.L. n. 18 del 17 marzo 2020.

[2] Art. 170-bis, comma 1, del D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube