Politica | News

Coronavirus: le nuove strategie dell’Ue

26 Marzo 2020
Coronavirus: le nuove strategie dell’Ue

Ursula von der Leyen: «L’Ue è determinata a “proteggere” le sue imprese e le sue tecnologie “strategiche” da takeover di soggetti esteri».

La presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, in un videomessaggio, sottolinea che la crisi da coronavirus colpisce l’economia europea, molte imprese ne sono indebolite e, pertanto, occorre occuparsene. Alcuni settori sono fondamentali per la sicurezza, per la salute pubblica, e per la sovranità, come quello medicale, la ricerca o le infrastrutture strategiche.

«Questi settori – prosegue von der Leyen in una nota stampa che la nostra redazione ha appena ricevuto dall’agenzia Adnkronos- meritano un’attenzione speciale: noi dobbiamo sapere chi investe in queste società dall’estero e con quale scopo. Questo è importantissimo in un periodo di crisi sanitaria ed economica: in un momento in cui siamo più vulnerabili, dobbiamo proteggere i nostri asset strategici e le nostre tecnologie».

«Questo è un problema europeo – prosegue von der Leyen – abbiamo gli strumenti per farlo, ed esorto gli Stati membri ad usarli. Oggi abbiamo preparato delle linee guida per aiutare gli Stati membri ad esaminare gli investimenti diretti esteri e le prese di controllo o di influenza sulle società».

«Le regole Ue – aggiunge – già prevedono l’esame degli investimenti diretti esteri: in più molti Stati membri hanno meccanismi di screening nazionali e li incoraggio ad utilizzarli. A quegli Stati membri che non hanno meccanismi simili, dico che ora è il momento di crearli».

«Nel frattempo – raccomanda von der Leyen – dovreste usare tutte le opzioni per proteggere le società europee strategiche da takeover stranieri o da influenze straniere che potrebbero minare la nostra sicurezza e il nostro ordine pubblico».

«Questo, naturalmente – aggiunge von der Leyen – deve essere fatto nel rispetto della legge comunitaria e del diritto internazionale. Voglio essere assolutamente chiara: l’Unione Europea è e rimarrà aperta agli investimenti stranieri, ma dobbiamo bilanciare questa apertura con la necessità di preservare la nostra sovranità economica», conclude.

Di recente è emerso che l’Amministrazione Usa di Donald Trump ha offerto somme ingenti alla CureVac di Tubinga, una compagnia biofarmaceutica che sta lavorando sul vaccino per la Covid-19, per avere l’esclusiva sui risultati del suo lavoro. L’azionista di maggioranza Dietmar Hopp ha silurato il Ceo Dan Menichella, un cittadino americano, richiamandoil fondatore, il micobiologo tedesco Ingmar Hoerr. In Germania Hopp è diventato un eroe nazionale: i media lo hanno ribattezzato ‘Unbestechliche’, l’incorruttibile, come ha raccontato Roberto Giardina su Italia Oggi. Von der Leyen ha subito tenuto un incontro con il management della società, che ora riceverà 80 mln di euro di fondi Ue per sviluppare la ricerca sul vaccino contro il coronavirus.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube