Coronavirus: autorizzati nuovi farmaci in Italia

27 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: autorizzati nuovi farmaci in Italia

Antimalarici a base di clorochina e idrossiclorochina per il trattamento dei pazienti affetti da infezione da Sars-CoV2.

Prosegue la lotta al Coronavirus. Nuove speranze arrivano dal mondo farmaceutico.

Da una determina dell’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale emerge che sono stati autorizzati in Italia i farmaci antimalarici a base di clorochina e idrossiclorochina, a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale per il trattamento dei pazienti affetti da infezione da Sars-CoV2.

Per lo stesso uso, sono autorizzate le combinazioni dei farmaci anti-Aids lopinavir/ritonavir, danuravir/cobicistat, darunavir, ritonavir, anche queste a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale.

“I medicinali a base di clorochina, idrossiclorochina, lopinavir/ritonavir, danuravir/cobicistat, darunavir, ritonavir – si legge nel documento – sono a totale carico del Servizio sanitario nazionale per il trattamento dei pazienti affetti da infezione da SARS-CoV2 (COVID-19), nel rispetto delle condizioni per esso indicate”. Questi farmaci dovranno essere dispensati dalle farmacie ospedaliere, ed “è fatto obbligo alla struttura prescrittrice di trasmettere tempestivamente all’area pre-autorizzazione dell’AIFA i dati relativi ai pazienti trattati”.

Nei giorni scorsi, come riporta Il Messaggero, l’Agenzia italiana del farmaco aveva reso disponibile in Italia, fuori indicazione autorizzata, per i malati di Covid-19 l’associazione di due farmaci, il Lopinavir/Ritonavir una combinazione a dosi fissa utilizzata e autorizzata per il trattamento dell’infezioni da Hiv, in sostanza un antiretrovirale. Un farmaco per uso ospedaliero che può essere utilizzato anche a casa.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube