Business | News

Coronavirus: via libera alla vendita di piante e fiori

27 Marzo 2020
Coronavirus: via libera alla vendita di piante e fiori

Il Governo ha chiarito che sono equiparati ai prodotti agricoli e perciò possono essere prodotti, trasportati e commercializzati nei supermercati e nei vivai.

Con la chiusura delle attività industriali e commerciali non essenziali, disposta dal Governo con le ultime misure restrittive adottate il 23 marzo, erano rimaste fuori dall’elenco le vendite all’ingrosso e al dettaglio di piante e fiori. Questo aveva causato una grave penalizzazione del settore florovivaistico, con molti prodotti pronti per essere commercializzati e in piena fioritura, che sarebbero stati destinati al macero.

Adesso la situazione è cambiata: come ci comunica l’agenzia stampa Adnkronos, il settore ha “ottenuto finalmente il chiarimento dal Governo sul via libera alla vendita di piante e fiori in supermercati, mercati, punti vendita e vivai”, rende noto il presidente della Coldiretti Ettore Prandini .

Infatti sul sito del Governo è stata pubblicata la Faq – risposta alle domande più frequenti – nella quale si precisa che ”la vendita di semi, piante e fiori ornamentali, piante in vaso, fertilizzanti, ammendanti e di altri prodotti simili è consentita”.

Nella nota, sottolinea la Coldiretti, si precisa che ”l’art. 1, comma 1, lettera f), del Dpcm del 22 marzo 2020 ammette espressamente l’attività di produzione, trasporto e commercializzazione di ‘prodotti agricoli‘, consentendo quindi la vendita anche al dettaglio di semi, piante e fiori ornamentali, piante in vaso, fertilizzanti etc”.

Inoltre – continua il testo – “tale attività rientra fra quelle produttive e commerciali specificamente comprese nell’allegato 1 dello stesso Dpcm ‘coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali’, con codice Ateco ‘0.1.’, per le quali è ammessa sia la produzione sia la commercializzazione. Deve conseguentemente considerarsi ammessa – conclude – l’apertura dei punti di vendita di tali prodotti, ma in ogni caso essa dovrà essere organizzata in modo da assicurare il puntuale rispetto delle norme sanitarie in vigore”.

Il presidente della Coldiretti Lazio, David Granieri, aggiunge: ”Lanciamo ora un appello alla grande distribuzione, ai mercati e a tutti i punti vendita aperti affinché promuovano la vendita di fiori e piante Made in Italy” e invita tutti gli italiani a mettere fiori e piante nei propri giardini, orti e balconi come segno benaugurante della primavera che segna il momento del risveglio con la mobilitazione #balconifioriti.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube