Cronaca | News

Coronavirus: 10 nuove bufale e curiosità

27 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: 10 nuove bufale e curiosità

Strategie per non cadere vittime della disinformazione. Ecco le ultime fake news sul Covid-19.

Un tempo, per essere informati su ciò che avveniva nella propria città e nel resto del mondo si guardavano i telegiornali in tv e si ricorreva al passaparola; come si continua a fare ancora oggi. Ma nel nuovo millennio abbiamo nuovi strumenti per apprendere le notizie. Con l’avvento di Internet e dei social network, è diventato ancora più semplice venire a conoscenza di un fatto: basta un semplice clic sui motori di ricerca e appaiono numerosi siti di informazione, riviste, blog da poter consultare gratuitamente. Sulla rete le notizie circolano in fretta. Tuttavia, non sempre, ciò che è online corrisponde a verità. Il flusso di informazioni è inarrestabile e chi non è molto esperto in materia può cadere vittima di fake news, in particolare quando c’è di mezzo la salute. Specialmente, in questo periodo di emergenza sanitaria da Coronavirus.

Quindi, come districarsi tra news e fake-news? Come riconoscere le bufale? Bisogna affidarsi a fonti ufficiali e certificate. A seguire, troverai le 10 nuove bufale sul Covid-19 confutate dagli esperti del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di sanità.

Gargarismi con la candeggina

Non ci si può proteggere dal Coronavirus facendo gargarismi con la candeggina; né assumendo acido acetico o steroidi; né tantomeno utilizzando oli essenziali e acqua salata. Inoltre, alcune di queste pratiche sono pericolose per la salute.

Bambini: sono immuni dal Coronavirus?

I bambini rischiano di essere infettati e sviluppare il Covid-19, anche i casi segnalati tra i bambini sono relativamente pochi.

Leggi: Come proteggere i bambini dal coronavirusCoronavirus: come viene trasmesso dai bambini.

Vestiti e capelli: bisogna lavarli sempre al rientro a casa?

Se rispetti la distanza di sicurezza di almeno un metro dalle altre persone, è poco plausibile che indumenti e capelli possano essere contaminati da virus in una “quantità rilevante”.

In ogni caso, dopo esser usciti di casa, occorre osservare sempre le buone norme igieniche e riporre correttamente la borsa o la giacca, evitando di poggiarli sul letto, sul divano, sulla sedia, sul tavolo.

Tagliarsi la barba evita il contagio?

Questa bufala nasce da un’interpretazione sbagliata relativa ad un’infografica del CDC dedicata alla sicurezza sul lavoro per il corretto uso delle mascherine.

Coronavirus: rende sterili?

Non ci sono evidenze scientifiche che l’infezione possa essere causa di sterilità femminile o maschile.

È possibile accorgersi subito del contagio?

I sintomi del Coronavirus sono simili a quelli di altre patologie respiratorie come l’influenza e il raffreddore comune: tosse secca, febbre, stanchezza.

Il Covid-19 può anche manifestarsi con altri sintomi diversi: diarrea, iperemia congiuntivale, mal di gola, dolori muscolari, naso che cola, fino ad arrivare a difficoltà respiratorie e polmoniti. Inizialmente, spesso, questi sintomi sono lievi; pertanto, è possibile non accorgersi subito della loro comparsa.

Leggi: Come capire se hai il coronavirus.

Coronavirus e rete 5G: c’è qualche relazione?

Non ci sono evidenze scientifiche sulla correlazione tra la pandemia e la rete 5G. Dopo numerose ricerche, nessun effetto negativo sulla salute è stato collegato in modo causale all’esposizione alle tecnologie wireless.

Animali domestici: possono trasmettere il virus?

Non esiste alcuna evidenza scientifica sul fatto che gli animali domestici, quali cani e gatti, possano contrarre il nuovo coronavirus trasmettendolo all’uomo.

In ogni caso si consiglia di lavarsi bene le mani con il sapone dopo il contatto con gli animali. Gli specialisti cinesi consigliano l’uso delle scarpe per i cani per uscire di casa a fare la passeggiata (per maggiori informazioni leggi il mio articolo Coronavirus: come portare a spasso i cani ed evitare il contagio).

Coronavirus: è un ceppo di virus dell’influenza mutato?

I coronavirus sono una famiglia di virus che possono infettare l’uomo e trasmettere numerose malattie. Il virus Sars-CoV-2, che provoca la malattia denominata Covid-19, mostra alcune somiglianze con altri virus, 4 dei quali possono causare i comuni raffreddori. I cinque virus, osservati al microscopio, manifestano una conformazione simile, che sfrutta le proteine (spike) dalla forma appuntita ‘per infettare le cellule umane.

Extracomunitari: sono immuni per il vaccino contro la Tubercolosi?

Il vaccino per la Tubercolosi non ha niente a che vedere con il Coronavirus. La Tbc è causata da un batterio e non da un virus (c’è una notevole differenza). Le malattie possono colpire chiunque, indipendentemente dall’etnia.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube