Reddito di cittadinanza: più soldi in arrivo

28 Marzo 2020 | Autore:
Reddito di cittadinanza: più soldi in arrivo

Il ministro Provenzano a Repubblica.it: con il coronavirus, problemi amplificati. Si vuole rivedere i parametri di acceso ed aumentare l’importo.

Una profonda revisione del reddito di cittadinanza, con una platea più ampia di beneficiari ed un importo superiore di qualche centinaio di euro rispetto quello attuale. È la promessa del ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano.

In un’intervista pubblicata questa mattina nella sezione abbonati del sito Repubblica.it, Provenzano ammette la propria paura di vedere come «le preoccupazioni che stanno attraversando larghe fasce della popolazione per la salute, il reddito, il futuro con il perdurare della crisi si trasformino in rabbia e odio». Ecco perché, secondo il ministro, il bilancio pubblico si deve prendere cura dell’intero tessuto sociale. E lo deve fare adesso», avverte.

Inutile negare che le difficoltà siano aumentate da quando è scoppiata l’emergenza coronavirus. «Con il decreto Cura Italia – spiega Provenzano – abbiamo fatto molto, ma ora dobbiamo mettere i soldi nelle tasche degli italiani, a cui fin qui non siamo arrivati»

Ecco, quindi, che si arriva alla modifica del reddito di cittadinanza: «Volevamo migliorarlo già prima del coronavirus – svela il ministro a Repubblica – adesso diventa indispensabile. Rivedendo i vincoli patrimoniali, chi ha una casa familiare o dei risparmi in banca che non vuole intaccare oggi non può accedervi. Rafforzando il sostegno alle famiglie numerose. Rendendolo compatibile con il lavoro, per integrare il reddito se necessario». Di quanto? «Per chi ha perso il lavoro dev’essere una cifra equa rispetto alla cassa integrazione: 1000-1100 euro al mese. In tutti gli altri casi dev’essere un compenso che garantisca la dignità».

Il ministro per il Mezzogiorno è consapevole del fatto che il coronavirus ha amplificato il problema di chi già viveva una situazione di difficoltà: «Vanno stigmatizzati gli assalti ai supermercati – premette Provenzano – ma bisogna anche dire che molti sono allo stremo. Ora conta superare l’emergenza sanitaria, sconfiggere l’epidemia. Per questo bisogna stare a casa. Ma chi è casa – conclude il ministro – deve poter mangiare».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

23 Commenti

  1. I CITTADINI SENZA LAVORO E CON BOLLETTE DA PAGARE LUCE – GAS – TV – TELEFONO – AFFITTI – CONDOMINIO – MUTUI -ACQUA HANNO FINITI-DISOCCUPATI SOLDI.
    GOVERNO DAVRA’ AGIRE ANCHE DOPO EMERGENZA.

    1. Altro che reddito di cittadinanza, mai come adesso serve un reddito universale per tutti senza condizioni(non come lo schifo del reddito di cittadinanza), non si sa ancora quanto durerà e i soldi da parte finiscono per tutti, e poi il post coronavirus? Quante aziende ripartiranno e in quanto tempo? E nel frattempo viviamo di aria?

      1. Io con 250 € x ho anche x problemi. Seri ai denti .ho dovuto toglire. € 150….dal poco che mi versa il mio x marito .non ho piu. Percepito. Reddito. Che poi era di € 243. Come faro a vivere .ho un figlio di 20 anni .

    2. Il governo mandasse in pensione chi ha già più di 30 anni di lavoro alle spalle in maniera tale da liberare posti di lavoro. Invece chi ha già sgobbato per una vita continua a farlo fino allo stremo, poi paga il reddito di cittadinanza a giovani a spasso senza un lavoro.

      1. Io di reddito di cittadinanza o mille tre e cinquanta trecento euro di affitto cinque in famiglia tutti maggiori senza lavoro come si vive

  2. Sono ciminelli rosa. Di scanzano jonico, 75020. Titolare della carta RCD. Con euro 40. Insieme a mio marito con penzione sociale,e reddito annuale non oltre euro 600. A casa infitto. Ater. Ed un auto intestata a me. Mi tocca laumento.? E di quando.?

  3. Sono ciminelli rosa. Residente in via zuccarella n 6/75020 Scanzano jonico,matera. Titolare carta rcd con euro 40 menzile. Vivo insieme a mio marito,con penzione sociale,unico isee annuale,non oltre euro 6000. Un auto intestato a me,casa in afitto. Ater. A tal proposito ho fatto ricorso a inps roma,con ricevuta di ritorno. Ma senza risposta in cui é possibile ricavare tutti i chiarimenti in merito. Altre si chiedo assistenza gratuita legale perché nonó alcul redito.

    1. Ciao io sono separata con. 3 figli e una casa in affitto di360 di fitto nn lavoro mi hanno dato solo 100euro di redditto cittadinanza solo perche ho lavorato nel 2018 ho fatto redditto ora lavora sono mio figlio che prende qualcosa solo per lui bastano per la sua macchina

  4. Sono un pensionato da 634€ al mese mi avevano accordato €260al mese rdc a febbraio niente a marzo 72€ vivo in casa della mia ex moglie perché sono un invalido tra il contributo alla signora .Come dovrei campare io? Come potrò passare il virus? Le parole sono belle ma i fatti riempiono la pancia Grazie

  5. Siamo in 4 io mia moglie la bambina di 8 anni e mia suocera invalida al 100% riceve 500€ al mese per la pensione d’invalidità mi sono dimenticato di rinnovare ise lo fatto questo mese è a zero non sappiamo come tirare avanti devono smetterla con questa pandemia come io ce ne sono tanti altri

  6. Sto aspettando ancora i soldi del reddito che ieri e oggi non meli anno messi ancora perche? Io E mia mamma x colpa di qualquno qui stiamo facendo la fame senza nessun reddito.

  7. il reddito di cittadinanza dato in base all’Isee che riguarda guadagni di 2 anni prima è una barzelletta. mio figlio ha fatto l’Isee annuale nel 2019 con il reddito del 2017. nmell’anno 2018 e 2019 non ha trovato lavoro. domanda respinta. non lavora da marzo 2018 e ancora oggi non riesce a percepire il rdc. deve morire di fame?

  8. Io e mio marito abbiamo perso la casa del papà di mio marito perché il nonno ha venduto tutto dicendo che non poteva pagare la Imu e se ne e andato in Brasile con la moglie brasiliana che ha i soldi fino alle orecchie.ovviamente ne al nipote ne alla figlia ha dato nulla.dopo tanto siamo riusciti a trovare un affitto di 400 euro ma non si sa quanto durerà perché vogliono mettere tutto in vendita.mio marito e invalido al 47% quando gli spettava l invalidità civile perché ha una gamba di ferro con chiodi endomidollari. Oltretutto non possiamo mantenere una macchina perché l assicurazione e un costo troppo elevato e nessuno ci porta nemmeno a fare la spesa.prendiamo il rdc di 900 euro ma ci sono medicine a pagamento per i dolori alla gamba e la depressione post trauma.chissa se magari aumentano qualcosa anche perché tolte tutte le spese ci rimane poco.oltretutto io che ho 40 anni e lui 36 vorremmo un bimbo ma.. sogno impossibile. Siamo usciti sul tiburno ma il comune ha fatto orecchie da mercante.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube