Cronaca | News

Buoni spesa per coronavirus: quanto spetta ad ogni Comune

30 Marzo 2020 | Autore:
Buoni spesa per coronavirus: quanto spetta ad ogni Comune

L’elenco completo dei soldi erogati a ciascun municipio. Partite le polemiche: per alcuni sindaci «solo briciole». L’Anci chiede di più.

L’immancabile polemica sui soldi destinati dal Governo ai Comuni per l’acquisto dei buoni spesa per le famiglie meno abbienti è già servita. Per molti sindaci, quelle cifre sono troppo basse e non bastano a soddisfare le necessità della popolazione già in difficoltà ed ora più provata per gli effetti dell’emergenza coronavirus.

I primi cittadini del Nord, ma anche quelli di alcune regioni del Sud, parlano di «briciole», come nel caso di alcuni sindaci della Campania che accusano il Governo di avere assunto un ruolo pressoché di elemosiniere. Scorrendo le cifre dell’allegato al decreto annunciato sabato sera dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e dal ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, si vede che, ad esempio, al Comune di Roma sono destinati 15 milioni di euro, cioè meno del 4% del totale previsto dal provvedimento. Milano, invece, supera di poco i 7 milioni di euro: la stessa cifra, secondo l’assessore al Bilancio Roberto Tasca, «raccolta con le donazioni al fondo di mutuo soccorso».

Critica con il Governo anche l’Associazione dei Comuni italiani (Anci) che per bocca del suo vicepresidente Roberto Pella, punzecchia: «Bene i 400 milioni per la prima fase, ma credo che per dare una risposta più adeguata serva lo stanziamento di almeno 1 miliardo di euro».

Dando un’occhiata all’allegato (scopri l’elenco completo dei Comuni), ecco i soldi destinati ad alcuni dei principali capoluoghi di provincia più colpiti dall’epidemia coronavirus per l’acquisto dei buoni spesa (oltre a quelli già citati di Roma e Milano):

  • Bergamo: 642.299,34 euro;
  • Brescia: 1.048.344,21 euro;
  • Cremona: 385.317,68 euro;
  • Lodi: 243.193,35 euro;
  • Padova: 1.113.694,11 euro;
  • Bologna: 2.062.703,93 euro;
  • Piacenza: 548.852,57 euro.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube