Cronaca | News

Coronavirus: sospesi tutti i giochi tranne uno

30 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: sospesi tutti i giochi tranne uno

Banditi nelle tabaccherie e negli altri esercizi rimasti aperti la raccolta di 10eLode, Milion Day, Winforlife e Vincicasa. Ammesso soltanto il Gratta e Vinci.

Stop ai giochi nelle tabaccherie di tutta Italia. Da domani, martedì 31 marzo, non si potrà più giocare a 10eLotto, Million Day, Winforlife e Vincicasa. Bandite anche le scommesse su eventi sportivi e non e simulati. Si salva solo il Gratta e Vinci. Lo ha comunicato l’Agimeg, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in una determinazione direttoriale.

L’obiettivo è sempre lo stesso: contenere la diffusione del coronavirus. Come si legge nel comunicato dell’Agenzia, la decisione è stata presa «per adottare ogni misura finalizzata al contenimento del contagio assicurando i servizi essenziali in materia di giochi, quali le funzioni di controllo». Nel testo si legge che il direttore dell’Agenzia, Marcello Minenna, determina «la sospensione della raccolta del gioco presso le tabaccherie e gli esercizi per i quali non vige obbligo di chiusura» anche dei giochi numerici già citati. Resta ammessa soltanto la vendita (e l’eventuale incasso) dei biglietti del Gratta e Vinci.

La sospensione sarà in vigore da domani, 31 marzo, fino a nuovo ordine.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. Mi sta bene cancellare i giochi “dal vivo” in tabaccheria, ma perchè anche quelli online? Per citare il titolo di un film, “la morte corre sul filo”? Ennesima idiozia nella gestione di questa malattia.

  2. Sono della stessa idea del Sig. Carlo, decisione sbagliata perché si poteva non bloccare le giocate online e lo stato non solo ci avrebbe come sempre guadagnato ma avrebbe dato la possibilità di sognare a tutti gli italiani e di questi tempi infausti non é poco

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube