Tech | Articoli

Come annullare tutte le richieste inviate su Instagram

18 Giugno 2020
Come annullare tutte le richieste inviate su Instagram

Impara a gestire facilmente le richieste inviate (anche per errore) su Instagram con questa guida.

Instagram ormai rappresenta per tutti noi una finestra sul mondo di altre persone ma, come tutti gli strumenti che ci consentono di entrare in contatto con una moltitudine di utenti, nasconde delle insidie in cui è troppo facile cadere. Sicuramente ti sarà capitato (se non è mai successo è solo questione di tempo): sei andato a cercare il profilo su Instagram della persona che ti piace o del nuovo partner della tua ex fidanzata e ti è scappata la richiesta di follow al suo profilo privato. Prima di disperarti e desiderare di sotterrarti per la vergogna, puoi correre ai ripari prima che qualcuno – il proprietario del profilo – si accorga dello spiacevole incidente. Vediamo come annullare tutte le richieste inviate su Instagram in modo rapido e indolore!

Annullare le richieste dall’app

Generalmente Instagram viene utilizzato perlopiù dallo smartphone. Se hai inviato per sbaglio una richiesta di follow o se non ti interessa realmente seguire quel profilo, non devi far altro che andare sul profilo della persona che non vuoi seguire. Accanto all’immagine del profilo troverai un bottone rettangolare con la scritta “Richiesta inviata“. Cliccaci sopra e vedrai che il bottone diventerà azzurro e questa volta riporterà la scritta “Segui“. In questo modo, se la persona non ha fatto a tempo a vedere la notifica, non saprà mai che avevi inviato una richiesta.

In altre parole, questo potremmo definirlo quasi un metodo di emergenza per gestire in modo rapido e indolore un, chiamiamolo, incidente, ma ci sono anche altri modi per gestire le richieste inviate che vedremo più avanti.

Se la tua richiesta è già stata accettata, ma non ti interessa realmente seguire quella persona, puoi ugualmente “defollowarla“. Apri l’app e tocca la lente di ingrandimento che trovi nella parte inferiore del display per cercare il profilo dell’utente che vuoi smettere di seguire, quindi clicca sulla foto o sul nome. Ti si aprirà il profilo dell’utente e, proprio sotto l’avatar (la foto del profilo) e le informazioni della bio, troverai un pulsante bianco con scritto “Segui già“.

Ti si aprirà a questo punto un menu a tendina con diverse voci: l’ultima è “Non seguire più“. In questo modo, smetterai di seguire quella persona e, qualora tu abbia intenzione di iniziare a seguirla di nuovo, in futuro dovrai mandare una nuova richiesta di follow.

Se, invece, non puoi togliere il follow per ragioni di cortesia (il galateo di Instagram alle volte è davvero particolare) ma non ti interessano o, addirittura, ti infastidiscono i contenuti che pubblica un utente, puoi semplicemente silenziarlo. Ti basta cliccare sul solito bottone “Segui già” e poi su “Silenzia“. In tal modo non smetterai di seguirlo, ma non ti comparirà più in home, a meno che tu non lo decida. Ovviamente, l’utente non saprà mai che l’hai silenziato e i rapporti di cortesia saranno salvi.

Annullare le richieste dal sito

Prima non era molto facile gestire tutte le richieste inviate. Tuttavia, a seguito delle recenti modifiche che hanno notevolemente modificato l’idea che c’era alla base di Instagram (da un social basato sulla condivisione di immagini della vita quotidiana ad un vero e proprio strumento avanzatissimo di marketing, utilizzato e apprezzato da privati e aziende che ne fanno un larghissimo uso), sono state implementate diverse funzioni, tra cui spicca certamente la possibilità di controllare tutte le richieste che sono state inviate da un account.

Come prima cosa, apri il browser del tuo computer (sarebbe preferibile in quanto il procedimento sarebbe più veloce) o del tuo smartphone e digita www.instagram.com e fai l’accesso con i tuoi dati. Una volta fatto il log in, apri la pagina del tuo profilo cliccando sulla tua immagine e poi, una volta che si sarà aperta la barra di navigazione, seleziona “Privacy e sicurezza” e quindi “Dati dell’account“. Fatto ciò, nella sezione “Connessioni” troverai come prima voce “Richieste senza risposta che hai inviato” e sotto la scritta in blu “Visualizza tutto” che dovrai cliccare. A questo punto, ti si aprirà una pagina in cui potrai visualizzare tutti i profili per i quali hai fatto in passato delle richieste che non sono state ancora accettate. Segnati questi nomi su un foglio se sono tanti o copiali e incollali nella barra di ricerca di Instagram (la sezione “Esplora“).

Cerca uno alla volta i profili che vuoi smettere di seguire e clicca sul bottone bianco che riporta la scritta “Richiesta inviata” in modo da annullarla. Se il processo è andato a buon fine ti comparirà nuovamente il bottone azzurro con la scritta “Segui”.

Certo, se devi annullare più richieste è parecchio noioso come procedimento, ma purtroppo, al momento, Instagram non prevede modi più veloci per gestirle. Vi è da augurarsi che in futuro vengano implementati anche questi strumenti in modo da rendere il procedimento più rapido.

Annullare un messaggio inviato tramite Direct Message

Purtroppo, una volta inviato, il messaggio non può essere annullato ma non è detto che l’utente destinatario lo legga. I messaggi provenienti da profili con cui non si è soliti interagire, infatti, finiscono in una cartella separata dei direct message (DM) nota come “Richieste di messaggio”. In questa cartella confluiscono, dunque, tutti i messaggi che si ricevono da persone che non ti seguono o che ti seguono senza che però tu ci abbia mai interagito (ad esempio, perché non ti ha mai mandato messaggi in precedenza o perché tu non lo segui a tua volta).

Per accedere a questa area quasi segreta dei messaggi è necessario, se si utilizza Instagram dall’app per smartphone, toccare l’aeroplanino di carta – l’icona dei messaggi – e poi controllare se in alto a destra compare una scritta azzurra “Richieste di messaggio“. A questo punto è possibile aprire il messaggio per visualizzarne il contenuto e decidere se autorizzare l’utente mittente ad interagire. In basso, infatti, si trovano due tasti che riportano “Consenti” e “Nega”. Se si decide di non accettare la richiesta di messaggio, l’altro utente non saprà mai nemmeno se il messaggio è stato letto.

Se, quindi, hai inviato un messaggio ma ti sei pentito di averlo mandato, purtroppo non c’è modo di annullarlo, ma puoi comunque sperare che il destinatario non lo legga. Il messaggio, se non viene accettato, non rimarrà in eterno nella casella dei messaggi: dopo un po’ di tempo spariscono dalla cartella. In altre parole, se sei fortunato, ti conviene affidarti alla tua buona stella.

Nascondere il proprio profilo su Instagram

Nell’era dei social network le possibilità infinite di condivisione possono portare a una lesione della tua privacy. Fortunatamente è ancora possibile nascondere il proprio profilo ad occhi indiscreti. Se vuoi avere il controllo totale degli utenti che visualizzano il tuo profilo, la cosa più semplice da fare è renderlo privato. Per farlo, apri il tuo profilo dall’app e tocca le tre linee orizzontali in alto a destra, poi su “Impostazioni”, “Privacy” e, infine, “Privacy dell’account”. A questo punto, ti basterà selezionare “Account privato“.

Questa modifica, ovviamente, interesserà solo i tuoi futuri potenziali follower, ma non chi ti segue già. Di conseguenza, se non hai piacere che un tuo follower abbia accesso ai tuoi contenuti, puoi procedere in diversi modi. La scelta più drastica è quello di bloccare l’account del tuo follower. In questo modo, non potrà più vedere cosa pubblichi ma andando sul tuo profilo saprà di essere stato bloccato. Un’alternativa più soft potrebbe essere quella di impedirgli di vedere le stories (della durata di ventiquattro ore) che pubblichi.

Per un maggiore approfondimento su queste strategie puoi consultare questo articolo: Posso nascondere il mio profilo Instagram.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube