Coronavirus: più soldi per autonomi e lavoratori in nero

30 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: più soldi per autonomi e lavoratori in nero

Nel decreto di aprile, previsto un aumento dei bonus per le partite Iva ed un mini-reddito a chi ha svolto un’attività senza pagare le tasse.

Sarà di 800 euro e non di 600 euro il bonus per gli autonomi penalizzati dall’emergenza coronavirus. Lo ha anticipato il viceministro dell’Economia, Antonio Misiani alla trasmissione «Circo Massimo» di Radio Capital. In pratica, 200 euro in più per 5 milioni e mezzo di lavoratori autonomi, partite Iva, collaboratori, stagionali, artigiani, commercianti, agricoli, lavoratori dello spettacolo.

Il bonus verrà introdotto nel decreto contenente le nuove misure a favore di lavoratori, famiglie ed imprese che il Governo ha intenzione di approvare nei giorni immediatamente precedenti la Pasqua.

Più soldi ma, forse, meno beneficiari. Misiani mette le mani avanti e premette che per avere diritto all’agevolazione si dovrà dimostrare di avere subìto una crisi a causa dell’epidemia Covid-19. Questo potrebbe ridurre la platea degli aventi diritto. Non a caso, il viceministro ha assicurato che il Governo sta lavorando al bonus «sia pure introducendo un minimo di selettività in più».

Lo stesso decreto dovrebbe garantire una sorta di mini-reddito per i quasi 4 milioni di lavoratori in nero. Si pensa a circa 400 euro di bonus destinati a chi dimostra di avere lavorato senza alcuna tutela e senza pagare le tasse anche per brevi periodi (una o due settimane potrebbero bastare). La durata del beneficio dovrebbe essere di due mesi.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube