Coronavirus: il modulo per chiedere la sospensione del mutuo

31 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: il modulo per chiedere la sospensione del mutuo

Scarica il modello per presentare la domanda relativa allo stop delle rate per un massimo di 18 mesi. I requisiti e gli aventi diritto.

Come previsto nell’ambito dell’emergenza coronavirus, è possibile chiedere – a patto di avere determinati requisiti – la sospensione del pagamento delle rate del mutuo sulla prima casa. La novità è che la domanda può essere effettuata anche online. Una possibilità che viene data per contenere al massimo le uscite di casa innecessarie, oltre che per rendere la procedura più snella.

Il modulo per fare la richiesta di sospensione del mutuo è appena stato messo a disposizione sul sito del Dipartimento del Tesoro del ministero dell’Economia e delle Finanze, dell’Abi e di Consap, ma puoi scaricarlo anche qui. Va compilato ed inviato online secondo le modalità indicate dalla propria banca.

Ricordiamo che lo stop al pagamento delle rate può prolungarsi fino a 18 mesi ed interessa chi ha un mutuo per l’acquisto della prima casa e dimostra di essere in temporanea difficoltà a causa dell’emergenza coronavirus. Tale «temporanea difficoltà» può riguardare anche i dipendenti a cui è stato ridotto o sospeso il lavoro per un periodo di almeno 30 giorni, così come autonomi e professionisti che abbiano registrato una diminuzione del fatturato superiore ad almeno un terzo nel primo trimestre del 2020 rispetto all’ultimo trimestre 2019.

Le modalità di sospensione delle rate, stabilite dall’Associazione bancaria italiana sono:

  • 6 rate mensili se la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro ha una durata compresa tra 30 giorni e 150 giorni lavorativi consecutivi;
  • 12 rate mensili, se la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro ha una durata compresa tra 151 giorni e 302 giorni lavorativi consecutivi;
  • 18 rate mensili, se la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro ha una durata superiore a 302 giorni lavorativi consecutivi.

Il Fondo Gasparrini rimborserà alla banca gli interessi compensativi sul debito residuo nella misura del 50% con l’applicazione del tasso di interesse maturato alla data di presentazione della richiesta di sospensione da parte del mutuatario.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Buongiorno,
    Ho scaricato il modulo dal sito del MEF, l’ho compilato e inviato alla mia Banca, ma mi hanno risposto che quel modulo non va bene… ne predispongono uno loro con riferimenti normativi per lo più precedenti l’emergenza da CoViD-19, ma che purtuttavia rimandano anche agli ultimi decreti emanati dal Governo (v. CuraItalia)! In ogni caso la mia banca ci ha tenuto a precisare che, salvo diverse modalità che dovessero essere previste dalle disposizioni di attuazione del Decreto Legge “Cura Italia”, la sospensione dell’ammortamento del mutuo ai sensi della Legge Gasparrini verrà attivata SOLO a seguito di presentazione di domanda a Consap e della comunicazione di quest’ultima di esito positivo dell’istruttoria… Qualcuno mi spiega cosa significa tradotto dal burocratese? Grazie!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube