Coronavirus: anticipata la cassa integrazione

31 Marzo 2020 | Autore:
Coronavirus: anticipata la cassa integrazione

Siglato nella notte l’accordo tra parti sociali e Abi per fare avere ai lavoratori in tempi più brevi gli ammortizzatori sociali.

Via libera nella notte all’accordo tra le parti sociali e l’Associazione bancaria italiana (Abi) per l’anticipazione degli ammortizzatori sociali previsti dal decreto Cura Italia nell’ambito dell’emergenza coronavirus. Lo ha annunciato il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, presente alla firma della convenzione.

Tra i punti principali, l’intesa prevede l’adozione da parte delle banche delle condizioni di massimo favore per evitare costi a carico dei lavoratori. In questo modo, spiega il ministro, «milioni di lavoratori potranno vedersi riconoscere dagli istituti di redito una rapida anticipazione dell’importo del trattamento d’integrazione salariale che gli spetta».

La convenzione è stata sottoscritta da tutte le associazioni di impresa, tranne Confesercenti che dovrebbe aggiungersi nella mattinata di oggi. In pratica, commenta il sindacato, si concretizza e si accelera il percorso avviato con gli accordi che hanno portato, nelle scorse settimane, allo stanziamento di ammortizzatori sociali straordinari, atti a sostenere la liquidità dei lavoratori colpiti dalle restrizioni di attività imposte dai provvedimenti assunti per il contrasto alla diffusione del Covid-19.

La scadenza della convenzione è stata fissata al 31 dicembre 2020, salvo valutazione da svolgere tra le parti entro il prossimo mese di novembre. La misura dell’anticipazione è inizialmente fissata in 1.400 euro, riparametrati a 9 settimane e riproporzionati in caso di sospensione inferiore a zero ore, reiterabili in caso di proroga degli articoli 19 e 22 del decreto Cura Italia.

La banca presso cui il lavoratore darà indicazione di anticipare gli importi mensili, provvederà ad anticipare l’importo esentando il lavoratore dal pagamento di oneri e interessi. L’anticipazione, così costituita, sarà rimborsata con le effettive erogazioni dei trattamenti da parte dell’Inps, che si è impegnato a dare corso alle stesse con i tempi più celeri possibili, ma non oltre i 7 mesi.

Nei prossimi giorni, saranno emanate le modulistiche e le istruzioni necessarie all’accesso alla facilitazione.



2 Commenti

  1. Buongiorno, peccato che il governo abbia escluso dalla cassa integrazione tante persone come me che sono state assunte dopo il 23 di Febbraio.
    Ormai è un mese che sono bloccata in casa senza uno stipendio ed ora mi ritrovo anche il secondo mese senza, obbligata ad accedere ai miei pochissimi risparmi per poter andare avanti.
    Purtroppo i sindacati e l’inps a causa delle direttive emanate non possono farci nulla per venirmi incontro e l’unica speranza che rimane è che riaprano il prima possibile le aziende.

  2. Buongiorno io vorrei sapere se ho diritto al bonus di 600 euro dall ins visto che la mia naspi finisce il mese di aprile e sono ancora disoccupata grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube