Diritto e Fisco | Articoli

Posso adottare un maggiorenne?

19 Giugno 2020 | Autore:
Posso adottare un maggiorenne?

Le regole per l’adozione di persone maggiori d’età

Avere un figlio o più figli è il sogno di ogni genitore. Un sogno talmente grande che alcuni tentano di realizzarlo anche ricorrendo alle moderne tecniche di inseminazione artificiale. Ci sono, tuttavia, coppie che per un motivo o per un altro non sono riuscite ad avere figli propri. Ed allora si tenta anche la via dell’adozione di un neonato o di un bimbo in tenerissima età. Una via che, però, è assai complicata perché le coppie aspiranti sono tantissime. D’altra parte, le poche coppie fortunate che riescono ad adottare devono essere necessariamente unite in matrimonio civile, avere una età non superiore di quarantacinque anni a quella del bimbo da adottare e devono dimostrare anche una solidità economica che, di questi tempi, non molti sono in grado di avere. Tutta una serie di requisiti che limitano fortemente la possibilità di adottare un bambino per un numero consistente di coppie. Resta, però, un’ultima possibilità. Ed è quella che risponde alla domanda: posso adottare un maggiorenne?

Nell’articolo che segue illustreremo cos’è e come si può adottare una persona maggiore di età, che abbia cioè già compiuto i diciotto anni. In sostanza, si tratta dell’ultima possibilità concessa dalla legge a chi desidera avere un “figlio” non avendone avuti mai. Ricordiamo, però, che l’adozione di persona maggiorenne è possibile anche per chi ha avuto figli ed anche se i figli naturali del genitore che intende adottare un maggiorenne non siano d’accordo con la decisione dei loro genitori.

Che funzione e che conseguenze ha l’adozione di un maggiorenne?

Abbiamo detto nell’introduzione che l’adozione di una persona maggiore d’età è l’ultima possibilità per chi desidera avere un figlio.

Tuttavia, quando si parla di adozione di un maggiorenne sotto il profilo più strettamente legale, occorre subito precisare che:

  • sovente l’adozione di un maggiorenne ha come scopo principale quello di assicurarsi un successore a cui destinare il proprio patrimonio;
  • il maggiorenne adottato conserva tutti i diritti (anche successori) e i doveri verso la famiglia di origine per cui resta legalmente figlio dei suoi genitori naturali oltre a diventare figlio legittimo ai fini successori della persona che l’ha adottato o dei coniugi che l’hanno adottato;
  • per effetto dell’adozione di un maggiorenne non sorge alcun rapporto civile tra l’adottante e la famiglia dell’adottato (cioè il genitore adottivo non diventa suocero dei genitori naturali del maggiorenne adottato) e nemmeno tra il maggiorenne adottato e i parenti dell’adottato (cioè il maggiorenne adottato non diventa fratello dei figli naturali dei suoi genitori adottivi);
  • chi adotta un maggiorenne non acquista alcun diritto sulla successione del maggiorenne che ha adottato (se il figlio maggiorenne adottato muore chi lo ha adottato non ha diritto ad alcuna quota sulla sua eredità);
  • il maggiorenne adottato invece diventa erede di chi lo ha adottato acquistando i diritti successori di figlio legittimo.

Se una persona ha adottato un maggiorenne (in assenza di altri suoi figli naturali), quando il proprio coniuge verrà a mancare, gli eredi legittimi saranno il coniuge rimasto in vita ed il figlio maggiorenne adottato.

L’adozione di un maggiorenne fa acquistare all’adottato i diritti successori di figlio legittimo nei confronti di chi lo ha adottato

Quali condizioni e procedure per l’adozione di un maggiorenne?

L’adozione di una persona maggiore d’età può avvenire nel rispetto delle seguenti condizioni [1]:

  • possono adottare persone che abbiano compiuto trentacinque anni d’età e che superano di almeno diciotto anni l’età della persona che intendono adottare;
  • i genitori non possono adottare con l’adozione di maggiorenni i loro figli naturali;
  • è necessario il consenso di chi vuole adottare e del maggiorenne che si intende adottare;
  • è necessario il consenso dei genitori naturali del maggiorenne, l’assenso del coniuge di chi intende fare l’adozione e l’assenso dell’eventuale coniuge del maggiorenne che si intende adottare (se adottante e adottando sono sposati e non sono legalmente separati) [2].

Non è più necessario, invece, il consenso dei figli naturali maggiorenni dell’adottante se riconosciuti.

La procedura per l’adozione di un maggiorenne prevede la presentazione di apposita domanda al tribunale del luogo in cui risiede la persona che intende fare l’adozione.

Il tribunale verificherà [3]:

  • se sussistono tutte le condizioni prima elencate;
  • se l’adozione conviene al maggiorenne da adottare.

Se il tribunale deciderà in senso positivo, pronuncerà la sentenza di adozione che sarà poi annotata a margine dell’atto di nascita della persona adottata a cura dell’ufficiale dello stato civile (ovviamente il tribunale potrà anche decidere di non accogliere la domanda di adozione).

La sentenza del tribunale, positiva o negativa che sia, può essere impugnata dall’adottante, dal pubblico ministero e dall’adottando davanti alla corte d’appello entro trenta giorni dalla sua comunicazione.

L’adozione di un maggiorenne richiede il suo consenso


note

[1] Art. 291 cod. civ.

[2] Art. 297 cod. civ.

[3] Art. 313 cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube