Diritto e Fisco | Articoli

Pensione reversibilità padre: quando spetta?

4 Aprile 2020
Pensione reversibilità padre: quando spetta?

Ho 42 anni, sono figlia unica e vivo con i miei genitori a causa di diversi problemi di salute che ormai mi impediscono di lavorare. Al momento non percepisco redditi, né pensioni, né assegni di alcun tipo, non ho nemmeno reddito di cittadinanza. Mio padre è pensionato Inps. Mia madre non percepisce pensioni e non ha redditi. Viviamo tutti sotto lo stesso tetto. Io sto facendo tutte le visite mediche per avere le diagnosi scritte e le relative relazioni dei medici, per poter fare la domanda di invalidità civile. Nel frattempo però, mio padre è malato di cancro, con metastasi già in stadio avanzato. Mia madre alla morte di mio padre, percepirà la reversibilità (60%), ma è avanti con l’età e ovviamente non vivrà altri 20 anni. Nel caso io non riuscissi ad essere dichiarata invalida civile al 100% prima che mio padre muoia, avrei comunque diritto alla reversibilità, una volta venuta a mancare mia madre?

La legge (Regio Decreto Legge 14/04/1939 n. 636, G.U. 03/05/1939 n. 105) prevede che, nel caso di morte del pensionato, spetta una pensione al coniuge e ai figli superstiti che, al momento della morte del pensionato, non abbiano superato l’età di 18 anni e ai figli di qualunque età riconosciuti inabili al lavoro e a carico del genitore al momento del decesso di questi.

Pertanto, in caso di morte del pensionato, il figlio superstite ha diritto alla pensione di reversibilità, ove maggiorenne, se riconosciuto inabile al lavoro e a carico del genitore.

Con riguardo al requisito della “vivenza a carico”, la Cassazione ha stabilito che debba essere valutato con particolare rigore, essendo necessario dimostrare che il genitore provvedeva, in via continuativa e in misura quanto meno prevalente, al mantenimento del figlio inabile (Cassazione civile, sez. lav., 13/04/2018, n. 9237).

Mentre, la definizione di inabilità è riferita al criterio oggettivo della “assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa”, nel senso che questa deve essere determinata esclusivamente dalla infermità ovvero dal difetto fisico o mentale.

In altro caso trattato dalla giurisprudenza (Cassazione civile, sez. lav., 20/11/2017, n. 27448) è stata esclusa la pensione di reversibilità del padre in favore del figlio a carico ed inabile al 75 % e non ancora maggiorenne al momento del decesso.

Questi requisiti devono sussistere al momento del decesso dello stesso (da ultimo, Corte appello Ancona, sez. lav., 13/05/2019, n. 153; Cassazione civile, sez. VI, 17/12/2014, n. 26642).

Pertanto, non potrà fruire della pensione di reversibilità se il requisito dell’inabilità verrà accertato solo dopo l’evento morte di Suo padre, né quest’ultimo potrà essere collegato ed esteso alla morte dell’altro genitore.

In conclusione, Lei potrà avere diritto alla pensione di reversibilità del genitore deceduto solo alla preesistenza dei requisiti dell’inabilità e del mantenimento del genitore deceduto.

Al figlio privo di requisiti all’evento morte, gli effetti della pensione di reversibilità di un genitore non si estenderanno con la morte dell’altro genitore.

Pertanto, un domani, il venir meno di Sua madre produrrà il diritto ad avere riconosciuta la pensione di reversibilità ad ella direttamente collegata, sempre se sussistano i requisiti sopra elencati.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avvocato Salvatore Cirilla



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube