Diritto e Fisco | Articoli

Si può fare sesso con la propria cugina?

1 Aprile 2020
Si può fare sesso con la propria cugina?

Rapporti sessuali con la cugina o con il cugino di primo grado: cosa dice a riguardo la legge? È incesto avere una relazione con il cugino?

Un nostro giovane lettore ci ha inviato una domanda alquanto insolita ma, vista la sua giovane età e soprattutto il fatto che, stando ai forum online, c’è ancora incertezza sul punto, abbiamo preferito rispondergli pubblicamente. La domanda è: si può fare sesso con la propria cugina di primo grado che, peraltro, nel caso di specie ha solo 14 anni? 

Chi ci scrive è evidentemente spaventato dalla possibilità, nel caso in cui venga scoperto dai familiari, di essere denunciato o che, per lui, debbano pagare i suoi genitori. 

Il lettore, in particolare, ci chiede se un rapporto sessuale con il cugino o la cugina possa considerarsi incesto e – termina l’e-mail che ci è pervenuta stamattina in redazione – se l’incesto è ancora reato. 

Cerchiamo allora di chiarire come stanno le cose. 

L’incesto è reato?

Iniziamo chiarendo subito che cos’è l’incesto. Si tratta innanzitutto di un reato che è ancora esistente e, quindi, perseguibile penalmente. In particolare, l’articolo 564 cod. pen. punisce con la reclusione da 1 a 5 anni il comportamento di chi ha un rapporto sessuale con un figlio, un nipote, un genitore o un nonno, proprio o del proprio coniuge, nonché con un fratello o una sorella. L’incesto, quindi, si compie solo con un discendente o un ascendente, con un affine in linea retta o con una sorella o un fratello.

Ma attenzione: per far scattare il reato è necessario che, da tale condotta, derivi pubblico scandalo. Questo perché il reato mira a tutelare la morale della famiglia. Ne consegue che la relazione tenuta di nascosto o comunque consumatasi in una sola occasione senza che venga scoperta da nessuno non costituisce reato. 

La Cassazione ha definito il pubblico scandalo quale senso di profondo turbamento diffuso in un numero indeterminato di persone estranee alla famiglia incestuosa, conseguente alla conoscenza del rapporto, in via diretta o indiretta. Il pubblico scandalo potrebbe essere dato dal fatto che la ragazza rimanga incinta.

Quindi, commette incesto sia l’uomo che sta con la propria figlia o con la figlia della propria figlia così come l’uomo che sta con la figlia della sua seconda moglie, da quest’ultima avuta durante una precedente relazione (anche se non è propria figlia). 

Se l’incesto è commesso da persona maggiore di età, con persona minorenne (quindi, con meno di diciotto anni), la pena è aumentata per la persona maggiorenne.

Nel concetto di incesto è compresa non solo la congiunzione carnale ma sono incluse anche altre forme di relazione sessuale che possono essere altrettanto ripugnanti (così si è espressa la Cassazione).

Si può avere un rapporto sessuale con una cugina?

Poiché l’incesto è limitato solo ai parenti in linea retta, non è vietato avere un rapporto sessuale tra cugini anche se di 1° grado. Anzi, i cugini possono anche sposarsi tra loro. 

I soggetti che non possono sposarsi tra loro sono parenti, familiari, affini, ascendenti, discendenti, fratelli e sorelle, zio e nipote. Il matrimonio tra cugini è quindi legale in Italia, ma non per la chiesa cattolica, la quale richiede, in questi casi, un’apposita dispensa.

Si può avere un rapporto sessuale con la cugina minorenne?

Veniamo ora all’aspetto, non meno delicato, legato all’età. In Italia, l’età del consenso – quella cioè a partire dalla quale sono possibili rapporti sessuali liberi e volontari – è di 14 anni. Benché l’articolo del Codice penale che punisce la pedofilia sia denominato “Atti sessuali con minorenni”, avere una relazione – occasionale o fissa – con una persona che ha almeno 14 anni non è reato. L’età si alza però a 16 se l’altro soggetto è il tutore, l’insegnante, l’istruttore, il genitore adottivo. Leggi A quale età si possono avere rapporti sessuali.

Eccezionalmente, si può avere anche un rapporto sessuale con una persona di 13 anni purché l’altra, più grande di lei, non ne abbia più di 17. Per cui è reato nel caso in cui la persona più giovane ha 13 anni e quella più adulta ne ha 18. 

Quindi, avere un rapporto con una cugina minorenne non è reato solo se questa ha almeno compiuto 14 o 13 anni se l’altro cugino non ne ha più di 17.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube