Assegno straordinario figli 160 euro possibile fino a 18 anni

2 Aprile 2020
Assegno straordinario figli 160 euro possibile fino a 18 anni

Il bonus ora programmato per i figli fino a 14 anni potrebbe essere esteso e diventare un assegno universale per tutte le famiglie con figli minori.

Il nuovo bonus straordinario fino a 160 euro per chi ha figli di età compresa tra zero e 14 anni potrebbe diventare un assegno universale ed essere esteso a tutte le famiglie che hanno figli fino a 18 anni: lo ha dichiarato oggi il ministro della Famiglia, Elena Bonetti, secondo quanto ci riporta l’agenzia stampa Adnkronos.

“L’assegno straordinario per i figli credo sia una misura necessaria per dare alle famiglie italiane una prospettiva temporale non solo di sostegno ma anche di supporto perché stiamo chiedendo in questi mesi una capacità di riorganizzare la vita sociale, relazionale, comunitaria e lavorativa”, ha detto il ministro intervenendo in diretta Facebook al Forum famiglie.

“Le risorse che mettiamo in campo a debito – le pagheranno i nostri figli in futuro – sono per il presente dei nostri ragazzi. Una misura che va fatta subito e in modo semplice”. Intervistata dal presidente del Forum Famiglie, Gigi De Palo, il ministro ha spiegato che la proposta di bonus straordinario messa in campo fa riferimento “all’assegno di natalità che aveva già definito le fasce Isee”.

Quindi, la ministra ha ripetuto quelle che sono le fasce già previste: 160 euro al mese per ogni figlio per le famiglie con meno di 7.000 euro di Isee, 120 euro per le famiglie tra i 7.000 e i 40.000 euro di Isee e 80 euro per i nuclei famigliari con Isee superiore. La misura è stata inserita nel prossimo decreto legge che il Governo varerà entro aprile.

Poi ha aggiunto che questo accadrà “ovviamente con gli opportuni correttivi che potrebbero essere fatti” e ha sottolineato che in ogni caso l’importo dell’assegno non potrà essere slegato dal reddito Isee.

“Si è pensato di estenderlo fino a 14 anni – ha ribadito Bonetti – perché coincide con l’esigenza familiare di custodia dei minori da parte di una presenza adulta. E poi c’è un tema, non lo nascondo, anche di risorse. Se si dovessero evidenziare spazi per risorse fino ai 18 anni, lo estenderemo. Ma cerchiamo ora di fare al meglio questo”, ha concluso.



7 Commenti

  1. ecco io che lavoro, con un figlio di 6 anni e una compagna che non lavora con 24000 euro lordi all’anno non mi spetta nulla apparte i 00 euro che prendo in busta paga come assegno familiare

  2. Io sono separata..mio figlio 14 anni vive con me…gli assegni del bambino e mio li prende il papà…e ce li manda tramite bonifico ogni mese….a chi spetta dei due genitori fare domanda?e a chi spetta percepire questo bonus?

    1. Il bonus lo deve chiedere chi ce la in affido. Se siete solo separati e ancora nello stesso nucleo familiare li deve chiedere lui con accredito sul libretto del bambino.
      Parlane con il tuo avvocato…

  3. Io ho una bambina di 11 mesi non lavoro il mio compagno si arrangia ‘ lavoro nero’ abitiamo con mia madre e sto ancora nel suo isee perché non essendo sposata….. E quindi come funziona x l’assegno?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube