Cronaca | News

Reddito di cittadinanza: i percettori a lavorare nei campi

2 Aprile 2020
Reddito di cittadinanza: i percettori a lavorare nei campi

Chi percepisce il sussidio deve contribuire all’emergenza in agricoltura: lo afferma la ministra Bellanova, che propone anche una regolarizzazione dei lavoratori stranieri.

L’interrogativo su come impiegare proficuamente i percettori di Reddito di cittadinanza se lo erano posti in molti già da tempo, ma adesso a proporlo – di fronte all’emergenza che rischia di lasciare sguarniti i campi e le colture a marcire senza essere raccolte – è un ministro, la titolare del dicastero delle Politiche agricole Teresa Bellanova, che, secondo quanto ci resoconta l’Adnkronos, oggi dice: “Io voglio che lavorino gli italiani e propongo che tutti i percettori di sussidi pubblici, chi ha il Reddito di cittadinanza o il sussidio di disoccupazione, devono essere messi in condizione di affrontare l’emergenza del lavoro nei campi“.

L’affermazione della ministra arriva durante il dibattito organizzato da ‘Più Europa’ sui suoi canali social intitolato “Agricoltura a rischio: regolarizzare i lavoratori stranieri”. Bellanova spiega che “il caporalato si contrasta solo se si dà alternativa ai lavoratori e alle imprese: occorre dunque regolarizzare il lavoro nero e mettere tutti in condizioni di legalità”. Proprio il ministero delle Politiche agricole si era fatto promotore, poco prima dell’esplodere dell’epidemia Covid-19, di nuove norme contro lo sfruttamento dei lavoratori agricoli.

La carenza di manodopera di lavoratori stranieri – in prevalenza provenienti dalla Romania, Bulgaria e altri Stati dell’est Europa, che sono anch’essi sottoposti alle restrizioni e non possono giungere ora nel nostro Paese – induce la ministra Bellanova alla proposta di regolarizzazione: “permettere ai lavoratori immigrati che hanno fatto richiesta del permesso di soggiorno di dare immediatamente risposta per svolgere con regolarità il lavoro, e a chi non ne ha fatto richiesta, laddove c’è però un incrocio tra domanda e  offerta, di concedere il permesso di soggiorno”.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube