Coronavirus: arrivano gli aiuti per pescatori e acquacoltori

3 Aprile 2020
Coronavirus: arrivano gli aiuti per pescatori e acquacoltori

Pandemia di Covid-19: la Commissione Europea ha deciso di proporre di rendere più flessibile l’utilizzo del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca. 

Gli Stati membri potranno fornire sostegno ai pescatori per l’arresto temporaneo delle attività di pesca; agli acquacoltori per la sospensione o la riduzione temporanea della produzione; alle organizzazioni di produttori per lo stoccaggio temporaneo dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura. Inoltre, verrà adeguato il Fondo di aiuti europei agli indigenti, introducendo l’uso di buoni elettronici per ridurre il rischio di contagio, come pure la possibilità di acquistare dispositivi di protezione per gli operatori incaricati di fornire gli aiuti.

Lo Strumento per il sostegno di emergenza, come riporta una nota stampa dell’Adnkronos, riceverà una dotazione di 3 miliardi di euro, 300 milioni dei quali saranno destinati al programma RescEu per finanziare la creazione di scorte comuni di apparecchiature.

La priorità assoluta sarà garantire le forniture e apparecchiature essenziali, dai ventilatori polmonari ai dispositivi di protezione individuale, dalle équipe mediche mobili all’assistenza medica alle persone più vulnerabili, comprese quelle nei campi profughi. Un secondo ambito di intervento mirerà ad aumentare gli sforzi per eseguire test a livello capillare.

La proposta consentirebbe inoltre alla Commissione di occuparsi direttamente delle forniture per conto degli Stati membri. Poiché la situazione è in continua evoluzione, la Commissione presenterà “ulteriori proposte” e lavorerà di concerto con le altre istituzioni dell’Ue per “progredire il più rapidamente possibile”.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube