Diritto e Fisco | Articoli

Localizzazione dei veicoli aziendali

30 dicembre 2013


Localizzazione dei veicoli aziendali

> Diritto e Fisco Pubblicato il 30 dicembre 2013



Mezzi di controllo solo per rilevare la posizione dei veicoli ma non la condotta di guida.

Molto spesso il datore di lavoro dota il proprio personale dipendente di auto aziendali per lo svolgimento delle proprie mansioni. Potrebbero sorgere, in tali casi, esigenze di controllo a distanza dei suddetti veicoli e, quindi, indirettamente, dei lavoratori stessi. Sono lecite tali pratiche?

Possono essere utilizzati i dati idonei a rilevare la posizione dei veicoli e quelli indispensabili alla compilazione del rapporto di guida, ma non quelli suscettibili di controllo sulla condotta di guida del conducente, come ad esempio quelli relativi ai giri del motore e alle frenate.

Ulteriori dati tecnici, come la velocità del veicolo, possono essere trattati per attività di monitoraggio o di pianificazione solo in forma anonima.

Il datore di lavoro può conservare i dati personali occorrenti alla regolare tenuta del libro unico del lavoro (presenze, ferie, prestazioni straordinarie, riposi) per 5 anni.

Il Ministero del lavoro ha ritenuto la legittimità di un dispositivo installato sui veicoli aziendali di Poste Italiane per specifiche esigenze organizzative aziendali e di sicurezza del lavoro, le cui specifiche tecniche escludono la possibilità di controllo a distanza dell’attività lavorativa del personale operante sui mezzi e sono compatibili con la tutela della riservatezza dei lavoratori.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI