L’esperto | Articoli

Notifica decreto ingiuntivo: ultime sentenze

29 Aprile 2020
Notifica decreto ingiuntivo: ultime sentenze

Leggi le ultime sentenze su: opposizione a decreto ingiuntivo; decreto ingiuntivo esecutivo; sanatoria per raggiungimento dello scopo in ragione dell’opposizione agli atti esecutivi; individuazione del rimedio a disposizione dell’ingiunto; distinzione tra irregolarità e inesistenza della notifica; irregolarità della notificazione.

Opposizione a decreto ingiuntivo

Nel rito del lavoro l’opposizione a decreto ingiuntivo si propone con ricorso mentre se viene proposta con atto di citazione è inammissibile se tale atto non è non solo notificato ma anche depositato in cancelleria entro il termine perentorio di quaranta giorni decorrenti dalla notifica del decreto ingiuntivo, non essendo applicabile l’art. 4, comma 5, d.lgs. 150/2011 all’opposizione a decreto ingiuntivo concesso in materia di controversie locatizie.

Tribunale Bologna sez. II, 27/01/2020, n.197

Vizio di notifica del decreto ingiuntivo

L’eventuale vizio di notifica del decreto ingiuntivo non può essere dedotto quale motivo di opposizione esecutiva rientrando tale valutazione nella competenza funzionale del giudice dell’opposizione a decreto ingiuntivo.

Tribunale Civitavecchia, 20/01/2020

Irregolare della notifica del decreto ingiuntivo

In tema di efficacia del decreto ingiuntivo, ai fini dell’individuazione del rimedio a disposizione dell’ingiunto in caso di irregolarità della notifica del decreto ingiuntivo occorre distinguere a seconda che la notifica del decreto ingiuntivo sia stata eseguita, anche se in modo irregolare, o sia mancata del tutto (ipotesi alla quale viene equiparata quella in cui la notifica debba essere considerata giuridicamente inesistente).

Tribunale Potenza, 29/08/2019, n.668

Revoca del decreto ingiuntivo

Se il debitore versi parte della somma prima della notifica del decreto ingiuntivo e parte successivamente, il decreto va revocato.

Tribunale Torino sez. I, 19/04/2019, n.2010

Tardiva notifica del decreto ingiuntivo: quali sono gli effetti?

La notificazione del decreto ingiuntivo dopo il decorso del termine di quaranta giorni dalla pronuncia comporta l’inefficacia del provvedimento, ma non incide sulla qualificabilità del ricorso per ingiunzione come domanda giudiziale, con la conseguenza che, ove su detta domanda, a seguito dell’opposizione dell’intimato che eccepisca l’inefficacia, si costituisca il rapporto processuale, il giudice adito ha il potere-dovere, alla stregua delle comuni regole del processo di cognizione, non soltanto di vagliare la consistenza dell’eccezione, ma anche di decidere sulla fondatezza della pretesa avanzata dal creditore ricorrente.

Tribunale Siena, 14/12/2018, n.1445

La notifica del decreto ingiuntivo al fideiussore 

In materia di fideiussione, che implica l’operare della piena solidarietà passiva ai sensi dell’art. 1944 c.c., la notifica del decreto ingiuntivo nei confronti del fideiussore quando nel frattempo la società debitrice principale si è estinta, interrompe utilmente la prescrizione del diritto di credito ex art. 1310 c.c.

Tribunale Taranto sez. II, 05/11/2018

Vizi della notificazione del decreto ingiuntivo e rimedi

Non può essere dichiarata ex art. 188 disp. att. c.p.c., l’inefficacia di un decreto ingiuntivo nel caso in cui la notifica si sia regolarmente perfezionata ai sensi dell’art. 140 c.p.c., ma sia stata effettuata in luogo diverso dalla residenza che il destinatario aveva al momento della notificazione, costituendo tale ipotesi un caso di nullità e non di inesistenza della notifica che ricorre, oltre che nel caso di totale mancanza dell’atto, nelle sole ipotesi in cui sia posta in essere un’attività priva degli elementi costitutivi essenziali idonei a rendere riconoscibile un atto qualificabile come notificazione, ricadendo ogni altra ipotesi di difformità dal modello legale nella categoria delle nullità.

Cassazione civile sez. VI, 02/10/2018, n.23903

La mancanza dei presupposti per l’opposizione tardiva

La circostanza che la notifica del decreto ingiuntivo non si sia perfezionata nei termini in quanto indirizzata a un domicilio eletto sbagliato, non consuma i termini decadenziali previsti per l’opponente. E infatti, per il notificante la notifica di un atto processuale si intende perfezionata nel momento in cui consegna l’atto all’Ufficiale Giudiziario, in ragione della diversa decorrenza degli effetti della notifica per il notificante e il destinatario.

Di talché non può ammettersi come tardiva l’opposizione che l’opponente abbia ritenuto di svolgere sui presupposti di cui all’art. 641 c.p.c. in ragione della tardività della notificazione e della non tempestiva conoscenza del decreto ingiuntivo per vizi di notifica o caso fortuito e forza maggiore.

E infatti, la prima circostanza è insussistente in ragione della struttura bifasica del procedimento notificatorio laddove l’atto di opposizione è stato tempestivamente consegnato all’Ufficiale Giudiziario; parimenti, non è possibile addurre la mancata conoscenza del decreto ingiuntivo laddove risulti circostanza pacifica che il destinatario abbia avuto conoscenza del decreto opposto.

Tribunale Latina sez. II, 14/09/2018, n.2246

Ricorso per decreto ingiuntivo

La notifica del ricorso per decreto ingiuntivo (ai fini dell’opposizione) non può essere ritenuta irregolare e/o nulla per il fatto che la parte opponente abiti all’estero per gran parte dell’anno, pur avendo mantenuto la residenza anagrafica in Italia. Infatti, la nullità della notifica del decreto ingiuntivo rende esperibile il rimedio dell’opposizione tardiva, a norma dell’art. 650 c.p.c., purché l’interessato provi di non averne avuto conoscenza per l’irregolarità della notificazione, per caso fortuito, per forza maggiore.

Tribunale Arezzo, 17/07/2018, n.763

Espropriazione forzata promossa mediante ingiunzione esecutiva

Nell’espropriazione forzata promossa mediante ingiunzione esecutiva, il precetto deve contenere l’indicazione delle parti, della data di notifica del decreto ingiuntivo, nonché del provvedimento che ha disposto l’esecutorietà e l’apposizione della formula esecutiva, poiché la completa identificazione del titolo sostituisce, ai sensi dell’art. 654 c.p.c., la notifica dello stesso, sicché, in assenza di tali indicazioni, l’atto è viziato ex art. 480 c.p.c., producendosi una nullità equivalente a quella che colpisce il precetto non preceduto dalla notifica del titolo esecutivo, non suscettibile di sanatoria per raggiungimento dello scopo con la mera proposizione dell’opposizione agli atti esecutivi.

Cassazione civile sez. VI, 29/11/2019, n.31226

Notificazione di decreto ingiuntivo presso la precedente residenza anagrafica dell’ingiunto

La notificazione del decreto ingiuntivo presso la precedente residenza anagrafica dell’ingiunto non è inesistente, bensì nulla, possedendo tale luogo un collegamento con il destinatario della stessa, sicchè quest’ultimo, ricorrendone i presupposti, potrà proporre opposizione tardiva al decreto ingiuntivo ex art. 650 c.p.c., la quale tuttavia non potrà fondarsi unicamente sulla deduzione del vizio di notificazione, venendo questo sanato dalla stessa proposizione dell’opposizione.

Cassazione civile sez. III, 15/02/2019, n.4529



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube