HOME Articoli

Lo sai che? Amministratore di condominio: ecco come verificare la cattiva gestione

Lo sai che? Pubblicato il 9 ottobre 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 9 ottobre 2013

L’amministratore di condominio è stato sollevato dall’incarico dall’assemblea, ma omette di presentare tutta la documentazione comprovante la sua gestione; peraltro non ha saldato diverse fatture di fornitori. L’assemblea non si mette d’accordo per la sua sostituzione. Come agire?

Se vi è prova che l’amministratore ha omesso di saldare debiti per spese condominiali approvate dall’assemblea o rientranti nelle sue competenze, molto probabilmente sussiste una sua responsabilità.

Ovviamente, bisognerà verificare attentamente che il mancato pagamento non sia invece dipeso dal fatto che i condomini, a loro volta, non abbiano pagato gli oneri condominiali, privando il condominio dei fondi necessari. In tal caso, ovviamente, la responsabilità dell’amministratore è limitata al fatto di non aver agito contro i morosi per recuperare i crediti.

Se si accerta la responsabilità dell’amministratore per cattiva gestione, i condomini potranno nominare un nuovo amministratore, anche con lo specifico compito di verificare la gestione del precedente.

Se l’assemblea non provvede o non trova l’accordo, il nuovo amministratore potrà essere nominato dal tribunale, su ricorso dei condomini, con i medesimi compiti.

Il condominio, in ogni caso, potrà chiedere il risarcimento dei danni per cattiva gestione all’amministratore uscente.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

3 Commenti

  1. se un amministratore e’ amico di un condomino che disturba gli altri condomini puo’ l’amministratore dire che non puo’ farci niente?solo perche’ sono amici , abitano porta a porta e l’amministratore dice che non vuole essere messo di mezzo?

    1. L’enorme numero di consulenze che riceviamo ogni giorno ci ha obbligato ad attivare uno speciale servizio di richiesta, tramite “ticket”, onde poter dare un riscontro a tutti, professionale ed in tempi certi.

      Per acquistare il “ticket” online è necessario collegarsi al portale https://www.laleggepertutti.it. Sul menu di sinistra troverà, sotto la voce rossa “servizi”, l’opzione “Richiedi consulenza”.
      Lo stesso risultato si può raggiungere cliccando sulla scritta, posta sopra ogni articolo, “Richiedi consulenza su questo argomento”.

      A quel punto, il sistema La guiderà nel pagamento attraverso carta di credito, Paypal o Postepay.

      Si tratta di un’operazione molto semplice e dal modico prezzo (euro 29,00 iva compresa) che ci consente di rispondere alle svariate domande che ci arrivano da tutta Italia.

  2. L’amministratore condominiale ha rilasciato dichiarazioni non rispondenti alla reale spesa sostenuta per lo sgravio fiscale a seguito dell’installazione di un impianto a servizio del condominio. E’ stata richiesta copia delle fatture pagate e una delle fatture risulta non convincente. A questo punto per risolvere i dubbi è stato chiesto di avere copia dei bonifici bancari versati ma l’Amministratore non li ha forniti. A chi rivolgersi in questo caso per risolvere la questione?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI