Nuova proroga versamenti tasse e contributi

6 Aprile 2020
Nuova proroga versamenti tasse e contributi

Stop ai pagamenti fiscali delle partite Iva anche per i mesi di aprile e maggio: le misure al varo del Consiglio dei ministri nel decreto Liquidità in arrivo.

Il decreto Liquidità aprile atteso oggi in Consiglio dei ministri contiene una nuova proroga sui versamenti di tasse e contributi.

La bozza del decreto legge, anticipata dalla nostra agenzia stampa Adnkronos, estende infatti al 30 maggio la sospensione dei versamenti fiscali e contributivi.

L’estensione, però, non riguarderà tutti i contribuenti: salve diverse decisioni del Governo nella riunione odierna, si stabilisce che lo stop spetterà solo alle imprese con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso che hanno subito una diminuzione dei ricavi o dei compensi di almeno il 33% nel mese di marzo 2020 rispetto allo stesso mese del precedente periodo d’imposta e nel mese di aprile 2020 rispetto allo stesso mese del precedente periodo d’imposta.

La formulazione del nuovo decreto riguarda tutte le partite Iva, imprese, artigiani e lavoratori autonomi, purché rientrino nei parametri sopra specificati.

I versamenti sospesi, senza applicazione di sanzioni ed interessi, andranno effettuati in seguito, in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal medesimo mese di giugno 2020.

La sospensione dei versamenti che sarà disposta oggi è indispensabile perché quella introdotta dal decreto Cura Italia di marzo riguardava solo le scadenze dello scorso mese e posticipava al 31 maggio il termine per effettuare i pagamenti sospesi o per chiederne la rateizzazione; ora invece vengono compresi anche i versamenti in scadenza ad aprile e maggio.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube