Coronavirus: tosse e mascherine, i dubbi di un nuovo studio

7 Aprile 2020
Coronavirus: tosse e mascherine, i dubbi di un nuovo studio

Viene dalla Corea la nuova ricerca che spiega come le protezioni per il viso, in cotone o chirurgiche, non siano sempre efficaci e adeguate a creare una barriera protettiva.

Vuoi vedere che sulle mascherine ha ragione l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms)? Ormai da settimane stiamo seguendo il dibattito sull’efficacia delle protezioni per il viso se utilizzate quotidianamente da un’ampia fetta della popolazione. Efficacia di cui l’Oms dubita fortemente, sostenendo che non sia provata (leggi l’articolo: Coronavirus, l’Oms: ecco i rischi delle mascherine). Una convinzione che ci spiazza, considerando che più o meno a cadenza giornaliera sentiamo un esperto dirci che le mascherine vanno indossate anche se siamo asintomatici e dovremo continuare a farlo anche in futuro per un bel po’.

È notizia fresca quella di un nuovo studio, di cui ci mette al corrente l’agenzia di stampa Adnkronos, secondo cui le maschere chirurgiche e quelle di cotone non sarebbero in grado di impedire la diffusione del nuovo Coronavirus attraverso un colpo di tosse. La ricerca proviene dalla Corea del Sud ed è stata pubblicata sugli Annals of Internal Medicine, anche se i ricercatori affermano che sono necessarie ulteriori indagini per stabilire se queste mascherine prevengono la diffusione del virus causa di Covid-19.

I ricercatori hanno chiesto a quattro pazienti Covid-19 in Corea del Sud di entrare in stanze di isolamento a pressione negativa. Ai volontari, tutti tra 35 e 82 anni, è stato chiesto di tossire quattro volte ciascuno su cinque piastre di Petri separate, posizionate a 20 centimetri dalla bocca. La prima volta non indossavano nulla, poi avevano una mascherina chirurgica, seguita da una di cotone e di nuovo nessuna barriera. Le mascherine chirurgiche monouso utilizzate nello studio misuravano 180 millimetri × 90 millimetri e avevano tre strati, mentre quelle di cotone riutilizzabili misuravano 160 millimetri × 135 millimetri ed erano composte da due strati. Dopo che i volontari hanno finito di tossire, i ricercatori hanno prelevato dei tamponi dalle superfici interna ed esterna delle mascherine.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube