Business | Articoli

Tetto di 8 mesi alla cig in deroga

25 Giugno 2014
Tetto di 8 mesi alla cig in deroga

Ammortizzatori: pronto il decreto interministeriale: le nuove regole dovrebbero essere applicate da luglio; apertura ad apprendisti e somministrati, anzianità aziendale a un anno.

Per quest’anno la cassa integrazione in deroga non potrà durare più di 8 mesi, “calcolati tenendo conto di tutti i trattamenti concessi dal 1° gennaio 2014” (si scende a 6 mesi, o 12 mesi nel biennio mobile, per il periodo dal 2015 a fine 2016).

Potranno beneficiarne anche gli apprendisti e i lavoratori somministrati.

Per fruire dell’ammortizzatore bisognerà avere una anzianità lavorativa aziendale di almeno 12 mesi (solo per il 2014 il requisito viene ridotto a 8 mesi).

Oggi sono sufficienti 90 giorni. Il sussidio in deroga non potrà più essere concesso in caso di cessazione, in tutto o in parte, dell’attività d’impresa.

È poi previsto un regime transitorio in presenza di programmi di reindustrializzazione o riconversione di specifiche aree territoriali (per esempio, Termini Imerese). Qui si potrà prorogare (nei limiti di spesa di 55 milioni di euro) l’ammortizzatore in deroga se concesso prima del 1° luglio, anche senza rispettare i nuovi criteri (in ogni caso però gli effetti di tali trattamenti non potranno prodursi oltre il 31 dicembre 2014).

Il decreto interministeriale (Lavoro-Mef) che riscrive i criteri di concessione di cassa e mobilità in deroga fino al 2016, (anno in cui, a legislazione vigente, questi sussidi dovranno sparire) è in dirittura d’arrivo.

Il testo si conferma restrittivo, recependo solo pochissime osservazioni giunte dalle commissioni parlamentari e dalle regioni.

Tra i soggetti beneficiari dei sussidi in deroga vengono reinseriti gli apprendisti e i lavoratori somministrati. Ma resta invece l’esclusione degli studi professionali, delle organizzazioni politiche e delle associazioni sportive.

Si introduce poi una procedura telematica per le richieste di cig e mobilità in deroga, accentrandola presso l’Inps (si supera quindi la fase regionale); e non vengono ampliate le causali di concessione dell’ammortizzatore ai casi di riconversioni aziendali e procedure concorsuali (una richiesta su cui premevano le parti sociali).

Il provvedimento dovrebbe essere pubblicato nei prossimi giorni in tempo utile per far entrare in vigore le novità già dal 1° luglio.

Forte giro di vite pure sulla mobilità in deroga. Nel 2014 il trattamento può essere concesso per 5 mesi o per 7 mesi, qualora se ne sia già beneficiato, rispettivamente, per tre anni o meno di tre anni. Dal 2015 al 2016, e solo se si è sotto i tre anni, si può concedere mobilità in deroga per un massimo di sei mesi. Oggi l’utilizzo dell’istituto è senza limiti (e non sono mancati abusi che il Governo punta ora a contrastare).



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube