Diritto e Fisco | Articoli

Nuovi parametri forensi: variano tra +80% e -50%; importi legati a difficoltà e valore della causa

10 Ottobre 2013
Nuovi parametri forensi: variano tra +80% e -50%; importi legati a difficoltà e valore della causa

Tornano le spese generali, tagli del 30% al gratuito patrocinio, incentivi alla mediazione; tabelle ad hoc per lavoro, esecuzioni e stragiudiziale.

Il Cnf ha comunicato un prezioso vademecum sulla bozza di regolamento con i nuovi parametri forensi attualmente all’esame del Consiglio di Stato. Se dovesse passare al vaglio della Corte, queste sarebbero le novità di maggior rileivo.

Tornano in vita le spese generali tra il 10 e il 20 per cento (abolite nel 2012).

Ci saranno meno tagli al gratuito patrocinio per incentivare la difesa dei più indigenti: si passa dall’attuale 50% al 30%.

Saranno inoltre previsti incentivi nel caso della mediazione.

Arrivano tabelle apposite per le cause di lavoro e previdenza, giudizi innanzi alle commissioni tributarie, procedimenti di volontaria giurisdizione, convalida locatizia, istruzione preventiva e cautelari.

Tabelle specifiche saranno previste anche per le procedure esecutive (mobiliare, immobiliare, ovvero presso terzi, in forma specifica e per consegna e rilascio), che non saranno dunque più indicate come semplici fasi del procedimento.

Per premiare gli avvocati più meritevoli, saranno previsti dei compensi ridotti di metà in caso di sentenze di inammissibilità e improponibilità.

I compensi, attualmente determinati in base al valore del contributo unificato e indicati per fase di giudizio nei loro valori medi, potranno essere aumentati fino all’80% o diminuiti fino al 50% in base a: urgenza, importanza, natura, difficoltà e valore della causa, contrasti giurisprudenziali, condizioni soggettive del cliente, risultati conseguiti, ecc.

Saranno infine disciplinati nel dettaglio i compensi in materia stragiudiziale (in passato non erano previste tabelle). La conciliazione giudiziale e la transazione della controversia saranno incentivate con uno aumento del compenso.

Finalmente arriva anche una previsione espressa di compenso per i domiciliatari e – dulcis in fundo – per il praticante abilitato.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube