Diritto e Fisco | Articoli

Redditometro anche per hobby costosi, senza movimentazione in banca

10 Ottobre 2013
Redditometro anche per hobby costosi, senza movimentazione in banca

Non rileva l’assenza di movimenti sospetti sul conto bancario: possedere un bene di lusso è di per sé indice di ricchezza e giustifica l’accertamento sintetico.

Non c’è bisogno di dar vita a movimenti bancari sospetti sul proprio conto corrente per far scattare il redditometro e, quindi, un accertamento sintetico: sono sufficienti anche degli hobby costosi praticati dal contribuente.

A dirlo è la Commissione Tributaria provinciale di Asti [1] che ha respinto, con una recente sentenza, il ricorso di una donna che possedeva quattro cavalli. Il fisco le aveva notificato un accertamento sintetico per l’hobby che l’ufficio aveva ritenuto costoso. La signora si era difesa sostenendo che dal suo conto bancario non erano rintracciabili movimenti sospetti. Troppo poco per il fisco che ha comunque emesso l’atto impositivo con metodo sintetico.

Bastano i beni di lusso

Secondo la Commissione, per legittimare un accertamento, attivato dal Redditometro, è sufficiente possedere beni di lusso, che siano cioè indicatori di una capacità contributiva che contraddice quanto dichiarato al Fisco: ciò è sufficiente per presumere il possesso di redditi “in nero”.

A quel punto, con una inversione dell’onere della prova, spetterà al contribuente dimostrare che il reddito accertato dall’amministrazione non esiste (o esiste in misura inferiore a quello presunto).

Insomma: prima il fisco presume e, poi, il cittadino si deve difendere. Quest’ultimo, infatti, dovrà fornire una prova contraria che dimostri l’errore in cui è incappata l’Agenzia delle Entrate. Diversamente dovrà pagare…


note

[1] CTP Asti sent. n. 53/2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube