Diritto e Fisco | Articoli

Si può evitare di pagare il canone Rai?

9 Aprile 2020 | Autore:
Si può evitare di pagare il canone Rai?

Canone televisivo: cos’è e a quanto ammonta? Chi ha diritto all’esenzione dal pagamento del canone Rai? Quale modulo compilare?

Mamma Rai chiede ai suoi figli di versare un contributo annuo affinché le sue reti possano trasmettere per noi i programmi a cui siamo abituati da anni. Se un tempo molti cercavano di sottrarsi a tale obbligo, oggi le cose sono cambiate: poiché l’importo del canone è inserito direttamente in bolletta (quella dell’elettricità), non pagare la Rai è divenuto molto più difficile. Devi sapere che, al di là di comportamenti illeciti, esistono casi in cui si può evitare di pagare il canone televisivo.

Queste ipotesi sono legate al ricorrere di determinati requisiti anagrafici e reddituali, oppure al fatto di non possedere un televisore e, quindi, di essere nell’impossibilità di usufruire dei programmi Rai. Inoltre, la legge contempla diverse categorie di soggetti che hanno diritto all’esenzione dal canone Rai: si tratta di militari (al ricorrere di alcune condizioni), diplomatici, rivenditori e negozi che si occupano di riparazione di apparecchi televisivi.

Insomma: evitare il canone Rai è possibile, purché si rispettino le condizioni stabilite dal nostro ordinamento. Inoltre, va sin d’ora precisato che, se si ha diritto all’esenzione dal canone televisivo, occorre darne comunicazione annualmente: l’esenzione è valida solamente per un anno. Tanto premesso, bando alle ciance: se sei qui è perché vuoi sapere come non pagare il canone della Rai.

Canone Rai: cos’è?

Il canone Rai è una vera e propria imposta che deve essere obbligatoriamente versata da quanti posseggono un televisore o qualsiasi altro apparecchio atto o adattabile alla ricezione di programmi tv.

Il canone Rai, invece, è un tributo dovuto da chiunque possegga (anche non essendone proprietario) un televisore o un qualsiasi apparecchio che consenta di ricevere o vedere i programmi televisivi trasmessi dalla Rai.

Condizione essenziale, quindi, perché il canone Rai debba essere pagato è il possesso di un apparecchio del genere appena descritto. Va da sé che, venuta meno questa condizione, non si sarà più tenuti a pagare alcunché.

Come si paga il canone Rai?

A partire dal 2016, il canone Rai è inserito direttamente nella bolletta della luce, la quale dunque risulterà lievemente maggiorata per via dell’aumento causato dal canone.

Per il 2020, la legge ha previsto che il canone Rai ammonti complessivamente a 90 euro, ripartito bimestralmente all’interno delle bollette.

Canone Rai: quando non va pagato?

Quando si può evitare di pagare il canone Rai? Come anticipato, esistono circostanze che legittimano il cittadino a non pagare il canone televisivo.

Nello specifico, sono esenti dal pagare il canone Rai:

  • coloro che non sono in possesso di un televisore (non è sufficiente dichiarare di non usare la tv o di non guardare i programmi Rai);
  • le persone di età pari o superiore a 75 anni che abbiano un reddito annuale inferiore a 8.000 euro [1];
  • i proprietari di seconda casa, i quali pagano già il canone nella bolletta luce della prima abitazione;
  • i proprietari di immobili dati in locazione, in quanto il pagamento del canone Rai spetta al conduttore che materialmente beneficia del televisore;
  • militari delle forze armate italiane, ma solo per gli apparecchi che si trovano in luoghi comuni, come ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze Armate. I membri delle Forze armate che vivono in un appartamenti privati all’interno di una struttura militare, invece, devono pagare il Canone Rai;
  • gli agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia;
  • i militari di cittadinanza straniera che rientrano nelle forze armate della Nato;
  • i rivenditori e riparatori di televisori.

È bene precisare che, a partire dal 2016, non è più possibile chiedere l’esenzione del canone in seguito al suggellamento del televisore. Dunque, la dimostrazione di non poter più utilizzare materialmente l’apparecchio televisivo non è sufficiente per ottenere l’esenzione dal canone Rai.

Canone Rai: come fare richiesta per non pagarlo?

Nel paragrafo precedente ti ho elencato i casi in cui si può evitare di pagare il canone Rai, nonostante questo sia oramai inserito nella bolletta dell’elettricità.

Per ottenere l’esonero totale dal pagamento del canone televisivo occorre fare apposita richiesta entro il 31 gennaio di ogni anno. Per chi invierà la richiesta successivamente e fino al 30 giugno, l’esenzione del canone Rai sarà valida nel secondo semestre, ossia da luglio a dicembre.

Dunque, ricorda che ogni anno devi certificare di trovarti in una delle condizioni che legittimano l’esonero dal pagamento del Canone Rai.

Modulo per esenzione canone Rai

Per ottenere l’esenzione dal pagamento del canone Rai occorre compilare uno dei moduli messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate: ve ne sono diversi, ognuno preparato in base alla motivazione che giustifica l’esenzione dal versamento del canone.

Ad esempio, con gli appositi moduli si potrà affermare di non essere in possesso di un apparecchio televisivo, oppure di rientrare in una delle categorie elencate in precedenza.

Se pensi di essere legittimato a non pagare il canone Rai, cliccando qui di seguito troverai i moduli per l’esenzione dal pagamento del canone televisivo.


note

[1] Legge n. 248/2007.

Autore immagine: Canva.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. Buongiorno, tramite le credenziali SPID sono entrato nel sistema dell’Agenzia delle Entrate e ho fatto richiesta di esonerarmi dal canone televisivo perché non possiedo alcun apparecchio. Ho ricevuto la seguente risposta:
    Il sistema ha ricevuto il file RAI2036300CRLNFR48H15A801G.CCF di dimensione 5710 bytes. L’invio è stato protocollato con il numero 20122836002137209 in data 28/12/2020 alle ore 12:00:21.023662.
    Posso stare tranquillo di aver fatto la procedura giusta?
    Ringrazio e saluto.
    O. Cirella

    1. Per ottenere l’esonero totale dal pagamento del canone televisivo bisogna fare apposita richiesta entro il 31 gennaio di ogni anno. Se la richiesta viene inoltrata successivamente e fino al 30 giugno, l’esenzione del canone Rai sarà valida nel secondo semestre (cioè da luglio a dicembre). Per non pagare il canone Rai, bisogna compilare i moduli per l’esenzione dal pagamento del canone televisivo https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/schede/agevolazioni/canone-tv/modelli-e-istruzioni-canone-tv

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube