Mutui prima casa: più possibilità per la sospensione

10 Aprile 2020 | Autore:
Mutui prima casa: più possibilità per la sospensione

Moratoria estesa a ditte individuali e artigiani, ai mutui con meno di un anno e a chi beneficia del Fondo garanzia prima casa; la soglia sale a 400mila euro.

Si allargano le possibilità di ottenere la sospensione del mutuo sulla prima casa: il Decreto Cura Italia la aveva resa possibile per i lavoratori dipendenti e autonomi, che potevano beneficiare di uno stop alle rate fino a 18 mesi nei casi di difficoltà economiche dovute all’emergenza Coronavirus, ma c’erano diversi paletti che adesso, con la conversione in legge avvenuta ieri, sono stati in buona parte eliminati; ed anche il nuovo Decreto Liquidità varato dal Governo amplia le possibilità per i mutuatari.

Innanzitutto, la soglia dell’importo del mutuo è stata elevata da 250mila a 400mila euro; la platea dei beneficiari diventa così più ampia e potranno accedere alla sospensione dei rimborsi molte persone in più.

Inoltre, potranno presentare la domanda di sospensione anche coloro che hanno stipulato il mutuo da meno di un anno, mentre finora erano stati irragionevolmente esclusi. Viene anche eliminato l’ostacolo che impediva di presentare la domanda a chi chi avesse già beneficiato di altri aiuti pubblici, come il Fondo di garanzia per la prima casa.

Infine, il Decreto Liquidità pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale estende il beneficio anche alle ditte individuali ed agli artigiani, allargando così le categorie di lavoratori autonomi e professionisti ammesse dal Decreto Cura Italia.

Il modulo per la sospensione del mutuo è già disponibile ma è probabile che ne verrà presto rilasciata una nuova versione, adattata a questi cambiamenti. Intanto è già possibile presentare la domanda alla propria banca facendo valere i nuovi requisiti.

Rimangono inalterati, invece, i termini massimi di moratoria: si può ottenere lo stop alle rate di 6 mesi per chi ha avuto una sospensione o riduzione oltre un terzo dell’attività lavorativa per un periodo compreso tra 30 e 150 giorni, di 12 mesi per coloro la cui riduzione dell’attività o orario di lavoro si protrae per 302 giorni e di 18 mesi se si supera questo limite di inattività lavorativa.



1 Commento

  1. Non credo che il nuovo decreto abbia esteso l’applicabilità del Fondo Gasparrini ai chi ha il mutuo con il mutuo con garanzia Consap.
    Dove è riportato questo cambiamento? L’art. 12 mi sembra che esprima solo la novità della possibilità di accesso ai chi ha stipulato il mutuo da meno di un anno.
    Grazie.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube